• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04110-AR/0 ...    premesso che:     con l'articolo 4 del provvedimento, contenente disposizioni per il recupero dell'evasione fiscale, viene dettata una normativa che, ai fini dell'imposta sul...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04110-AR/040presentato daFERRARA Francesco detto Cicciotesto diMercoledì 16 novembre 2016, seduta n. 707

   La Camera,
   premesso che:
    con l'articolo 4 del provvedimento, contenente disposizioni per il recupero dell'evasione fiscale, viene dettata una normativa che, ai fini dell'imposta sul valore aggiunto, prevede la comunicazione obbligatoria dei dati delle fatture in sostituzione delle attuali comunicazioni periodiche di dati desunti dalle fatture stesse, normativa che una volta approvata dovrebbe determinare una notevole semplificazione degli adempimenti e, nel contempo, consentire un monitoraggio effettivo e non solo formale dei comportamenti fiscali dei contribuenti IVA, secondo modalità sicuramente più efficaci di quelle attualmente possibili;
    ciò nonostante, sorgono motivi di perplessità su talune delle modalità attuative individuate dal governo in sede di emanazione del provvedimento operate e la preoccupazione per il fatto che vengono trascurate alcune implicazioni che potrebbero incidere sul successo stesso dell'operazione;
    se si eccettua l'allargamento ai gestori di servizi erogati per il tramite di distributori automatici, il medesimo articolo non prevede la comunicazione obbligatoria dei corrispettivi percepiti da chi non è sottoposto all'obbligo di emettere fatture, come ad esempio gli esercizi commerciali; i bar, i ristoranti, i parrucchieri, e altro. Da questo punto di vista, l'impianto della disposizione di cui all'articolo 4, rinunciando di fatto a qualsiasi tipo di controllo diretto sull'evasione al consumo finale, appare insufficiente sia dal punto di vista tecnologico che dei controlli possibili;
    l'assenza dell'obbligo di comunicazione dei corrispettivi per i soggetti non tenuti all'emissione della fattura (commercianti, ristoratori, e altro) impedisce, di fatto, il controllo diretto dell'evasione al consumo finale, che rappresenta invece una fetta considerevole di quella complessiva;
    sarebbe invece importante che si impostasse parallelamente un programma di sostituzione graduale degli attuali registratori di cassa con registratori elettronici collegati telematicamente con l'Agenzia delle Entrate e che s'imponesse l'uso della «carta elettronica di servizio» per il tracciamento dei pagamenti relativi alle ricevute fiscali emesse,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità, nell'ambito di una politica di contrasto organico all'evasione fiscale, di adottare provvedimenti normativi atti a sostituire gli attuali registratori di cassa con registratori elettronici collegati telematicamente con l'Agenzia delle Entrate e ad imporre agli esercizi l'uso della «carta elettronica di servizio» per il tracciamento dei pagamenti relativi alle ricevute fiscali emesse.
9/4110-AR/40. (Testo modificato nel corso della seduta). Ferrara, Fassina, Paglia, Melilla, Marcon.