• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/06714 PETRAGLIA, DE PETRIS, BAROZZINO, CERVELLINI, DE CRISTOFARO - Ai Ministri dell'istruzione, dell'università e della ricerca e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che, per quanto...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-06714 presentata da ALESSIA PETRAGLIA
martedì 6 dicembre 2016, seduta n.731

PETRAGLIA, DE PETRIS, BAROZZINO, CERVELLINI, DE CRISTOFARO - Ai Ministri dell'istruzione, dell'università e della ricerca e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che, per quanto risulta agli interroganti, la Prefettura-Ufficio territoriale del Governo di Rimini ha inviato una comunicazione ai dirigenti scolastici del circolo didattico "6 Rimini", dell'istituto comprensivo statale "Centro Storico", in cui si esprime "la perplessità in ordine alla convocazione di assemblea sindacale indetta dalla FLC CGIL, in data 28/11/2016 avente al 1° punto dell'ordine del giorno Referendum costituzionale: le ragioni per votare no-riduzione degli spazi di democrazia e ricaduta sul mondo del lavoro" e nella stessa si legge testualmente: "si ritiene, non opportuno, per le ragioni esposte, lo svolgimento della riunione sindacale all'interno del plesso scolastico indicato";

considerato che:

attraverso l'assemblea sindacale la rappresentanza sindacale unitaria e i sindacati rappresentativi si confrontano e prendono decisioni con i lavoratori;

il diritto di assemblea è regolato dal contratto collettivo nazionale del lavoro 2006-2009, art. 8, e dal contratto collettivo nazionale quadro del 7 agosto 1998, art. 2;

alla convocazione va unito l'ordine del giorno che deve riguardare materie di interesse sindacale e del lavoro (art. 20 dello statuto dei lavoratori di cui alla legge n. 300 del 1970). La seconda parte dello statuto è dedicata ai diritti del sindacato sul luogo di lavoro, ad esempio fare proselitismo, propaganda per il sindacato, purché non sia pregiudicata la normale attività;

ritenuto che:

se la rappresentanza sindacale unitaria o i sindacati rappresentativi presentano una convocazione con un'irregolarità, il dirigente non può solo per questo rifiutarsi di attivare la procedura, ma deve segnalarla;

si ritiene altresì che l'assemblea sia uno spazio autogestito, così come coerentemente stabilito dal contratto collettivo nazionale del lavoro vigente, e il tema ha a giudizio degli interroganti un notevole interesse per le lavoratrici e i lavoratori partecipanti,

si chiede di sapere se i Ministri in indirizzo non vogliano appurare i fatti descritti e garantire l'esercizio dei normali diritti sindacali.

(4-06714)