• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/10262    il 27 ottobre 2016 il First Committee dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha votato la risoluzione A/C.1/71/L.41 avente come oggetto « Taking forward multilateral nuclear...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-10262presentato daDI STEFANO Manliotesto diVenerdì 13 gennaio 2017, seduta n. 723

   MANLIO DI STEFANO, SIBILIA, SPADONI, DI BATTISTA, GRANDE, SCAGLIUSI e DEL GROSSO. — Al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale . — Per sapere – premesso che:
   il 27 ottobre 2016 il First Committee dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha votato la risoluzione A/C.1/71/L.41 avente come oggetto « Taking forward multilateral nuclear disarmament negotiations»; tale risoluzione si propone di avviare, nel 2017, i negoziati per un Trattato internazionale volto a vietare le armi nucleari; la risoluzione è stata approvata con 123 voti a favore, 38 contrari, tra cui anche l'Italia, 16 invece sono state le astensioni;
   sulla decisione in questione è stata presentata il 9 novembre 2016 l'interrogazione a risposta in commissione n. 5/09995 a prima firma Sibilia, ancora senza risposta;
   successivamente, il 23 dicembre 2016, nel corso dei lavori dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite, la stessa risoluzione A/C.1/71/L.41 è stata approvata con 113 voti favorevoli, 35 contrari e 13 astensioni, e in tale occasione il rappresentante dell'Italia ha votato a favore dell'avvio dei negoziati per un disarmo nucleare;
   grazie a questa risoluzione viene fissata una Conferenza tematica delle Nazioni Unite a partire dal marzo 2017 una riunione aperta a tutti gli Stati membri con il fine di negoziare uno «strumento giuridicamente vincolante per vietare le armi nucleari, che porti verso la loro eliminazione totale». I negoziati al riguardo continueranno poi nel mese di giugno e luglio; a rafforzare questa determinazione il Parlamento europeo ha contestualmente approvato una risoluzione nella quale, tra l'altro, si afferma di accogliere con favore la convocazione della citata Conferenza e si invitano a sostenere gli Stati membri a partecipare in modo costruttivo ai suoi lavori;
   la decisione italiana indica una maggiore attenzione per l'eliminazione delle armi nucleari, richiesta anche da Papa Francesco nel suo discorso per la giornata per la pace tenuto il 1o gennaio 2017 –:
   quali iniziative intenda adottare per la fattiva partecipazione dell'Italia ai lavori della Conferenza di cui in premessa, con riferimento soprattutto alla composizione della sua delegazione;
   quali iniziative intenda adottare, in coerenza con il voto del 23 dicembre 2016 all'Assemblea generale delle Nazioni Unite, affinché vengano rimosse le bombe termonucleari, appartenenti agli Stati Uniti, esistenti a Ghedi e Aviano. (5-10262)