• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/00774 l'eliminazione del treno Roma-Ancona delle 19,30, l'ipotesi di cancellazione del Frecciabianca 9852 Roma-Falconara-Ravenna delle 17.35, nonché della corsa delle 7,44 del mattino da Falconara...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Venerdì 13 settembre 2013
nell'allegato B della seduta n. 77
4-00774
presentata da
BALDELLI Simone

Risposta. — Con riferimento all'interrogazione in esame, si forniscono i seguenti elementi di risposta.
Il gruppo Ferrovie dello Stato ha preliminarmente sottolineato che sulla relazione Roma – Ancona e viceversa i collegamenti (3 coppie giornaliere) Eurostar, effettuati sino a dicembre 2011, presentavano da tempo un rapporto costi/ricavi negativo, a causa di una forte diminuzione della frequentazione, con perdite rilevanti per il gestore ferroviario.
Pertanto, al fine di mantenere attivo il servizio sulla suddetta relazione, a seguito d'intesa del ministero delle infrastrutture e dei trasporti con Trenitalia, con l'orario del dicembre 2011 si è provveduto, mantenendo sostanzialmente invariati i tempi di percorrenza, a trasformare due coppie di Eurostar in Intercity, inserendole nel contratto di servizio 2009-2014 con lo Stato.
Per i treni oggetto del contratto, economicamente non sostenibili da parte di Trenitalia, i ministeri contraenti (ministero delle infrastrutture e dei trasporti – ministero dell'economia e delle finanze), nell'ambito delle risorse di cui dispongono, erogano corrispettivi in coerenza con quanto stabilito nel Piano economico-finanziario inserito anch'esso nel contratto stesso.
In merito alla soppressione della terza coppia, gli Eurostar 9334 (con partenza da Roma alle 19.32 e arrivo ad Ancona alle 22.50) e 9327 (con partenza da Ancona alle 11.13 e arrivo a Roma alle 14.28), disposta da Ferrovie dello Stato – con l'orario di dicembre 2011 – a causa, come sopra evidenziato, delle maggiori perdite dovute a minori frequentazioni e per la mancanza di ulteriori risorse necessarie al loro funzionamento, il ministero delle infrastrutture e dei trasporti, sollecitato anche dalle innumerevoli richieste giunte dall'utenza, ha cercato di individuare possibili soluzioni a favore dei viaggiatori.
Peraltro, nonostante i tentativi esperiti da questo ministero, l'unica ipotesi percorribile è risultata quella di prevedere una connessione a Foligno con l'IC 546, in servizio sulla relazione Roma – Perugia, in partenza alle ore 19.55.
Tuttavia, tale soluzione avrebbe comunque comportato un incremento di costi per la cui copertura le risorse previste per il finanziamento del contratto di servizio della media e lunga percorrenza risultavano insufficienti; si ricorda in merito che il principio che sottende all'offerta contribuita rimane quello di sostenere la mobilità a media e lunga percorrenza a livello nazionale, mentre il trasporto pendolare, anche quando si avvantaggia dei collegamenti di media e lunga percorrenza, rimanda alle competenze delle regioni, nel cui ambito rientrano la programmazione e la gestione dei servizi che assicurano principalmente la mobilità dei viaggiatori pendolari.
I rapporti con Trenitalia e le regioni sono disciplinati da un contratto di servizio, nell'ambito del quale vengono definiti, tra l'altro, il volume e le caratteristiche dei servizi da effettuare, sulla base delle risorse economiche rese disponibili dalle regioni stesse.
È opportuno segnalare, peraltro, che nella fascia oraria di prima serata, il collegamento tra Roma e Ancona è tutt'oggi assicurato dal treno regionale veloce 12176 (in partenza alle ore 18,28).
L'interrogante inoltre, ha posto l'attenzione sull'ipotesi di cancellazione del collegamento «Frecciabianca» Roma-Falconara-Ravenna e viceversa (treni 9852 e 9851).
Al riguardo, si precisa che i treni «Frecciabianca» vengono effettuati da Trenitalia in regime di mercato (non ricevendo alcun corrispettivo pubblico) e, pertanto, sostenendosi esclusivamente con i ricavi da traffico, la relativa programmazione si fonda su valutazioni di carattere commerciale.
Ad ogni modo, preme assicurare l'interrogante che, con l'orario in vigore dallo scorso 9 giugno, la citata coppia di «Frecciabianca» (Roma-Falconara-Ravenna e viceversa) è stata confermata fino a dicembre prossimo.
Il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti: Maurizio Lupi.