• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/10453    solo dopo numerosi atti di sindacato ispettivo riguardanti scandali di corruzione e nomine sospette che hanno interessato la passata commissione VIA, il Ministro interrogato, il 7 maggio...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-10453presentato daDE ROSA Massimo Felicetesto diMercoledì 1 febbraio 2017, seduta n. 734

   DE ROSA, BUSTO, DAGA, MICILLO, TERZONI e ZOLEZZI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare . — Per sapere – premesso che:
   solo dopo numerosi atti di sindacato ispettivo riguardanti scandali di corruzione e nomine sospette che hanno interessato la passata commissione VIA, il Ministro interrogato, il 7 maggio 2015, ha emanato un avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazioni di interesse dei componenti della commissione tecnica di verifica dell'impatto ambientale;
   con decreto ministeriale 81 del 6 maggio 2016, il Ministro ha fissato i criteri di nomina, professionalità, requisiti e incompatibilità;
   una volta individuativi soggetti, i relativi atti sono stati trasmessi alla Corte dei conti per la verifica di legittimità;
   con deliberazione 3 agosto 2016, la Corte ricusava il visto e la registrazione degli atti;
   la Corte ha evidenziato la necessità di chiari criteri di selezione;
   tra i nominativi emergono nomi di rappresentanti politici – o loro congiunti – o di persone prive delle necessarie competenze specifiche, tra cui: Carlo Salatino, già assessore PD a Cosenza; Bruno Villella, già coordinatore provinciale Pd; Domenico Mariani, ex amministratore delegato Amgas Bari, fratello dell'allora consigliere comunale di Bari; Simone Vigni, PD, presidente della commissione assetto del territorio Siena; Antonio Scurria, geologo, presidente del consiglio comunale S. Agata Militello; Luciano Taranto, ex amministratore delegato di ATOME3, UDC, condannato per danno erariale; Barbara Barattolo, architetto; Stefano Bettarini, ingegnere; Antonio Gatto, architetto; Biagio Bisignani, ingegnere;
   il Ministro ha revocato l'avviso del 7 maggio 2015 alla luce dei rilievi della Corte;
   il 30 settembre 2016, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare ha emanato un nuovo avviso pubblico per l'acquisizione di manifestazioni di interesse alla nomina dei componenti della commissione;
   a giudizio degli interroganti, l'avviso del 30 settembre 2016 non sanerebbe i rilievi evidenziati dalla Corte;
   in particolare, si rileva che l'avviso del 30 settembre 2016 rimanda l'indicazione di criteri e parametri di valutazione all'atto di insediamento della Commissione, ossia successivamente alla raccolta delle manifestazioni di interesse dei candidati. Tale procedura appare nuovamente in contrasto con i rilievi effettuati dalla Corte –:
   se il Ministro intenda spiegare i motivi del mancato recepimento dei rilievi della Corte dei conti, soprattutto in merito al rispetto dei princìpi costituzionali di buon andamento e imparzialità dell'azione amministrativa, all'inadeguatezza dei requisiti richiesti e alla palese lesione del principio della parità di genere e se intenda, attraverso la predisposizione di un ulteriore avviso sostitutivo del precedente, precisare criteri di selezione e punteggi, fornire l'indicazione di una procedura chiara e garantire la pubblicità dei curricula, avendo cura di chiarire nel dettaglio le procedure di selezione all'interno del Ministero e quali controlli siano stati fatti su dichiarazioni e curricula. (5-10453)