• Testo RISOLUZIONE IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.7/00291 preso atto delle osservazioni espresse dalla 14a Commissione permanente in data 24 gennaio 2017; premesso che: la proposta di regolamento in esame mira a stabilire un quadro comune di...



Atto Senato

Risoluzione in Commissione 7-00291 presentata da DONATELLA ALBANO
martedì 31 gennaio 2017, seduta n.231

La Commissione, esaminata, ai sensi dell'articolo 144, commi 1 e 6, del Regolamento, la proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio relativo alle statistiche integrate sulle aziende agricole e che abroga i regolamenti (CE) n. 1166/2008 e (UE) n. 1337/2011,
preso atto delle osservazioni espresse dalla 14a Commissione permanente in data 24 gennaio 2017;
premesso che:
la proposta di regolamento in esame mira a stabilire un quadro comune di riferimento per le statistiche europee sulle aziende agricole, prevedendo l'integrazione delle informazioni relative alle strutture con altre informazioni quali i metodi di produzione, le misure di sviluppo rurale e gli aspetti agroambientali;
considerato che informazioni complete e attendibili su imprese, PMI e microimprese che operano nel settore dell'agricoltura sono indispensabili per progettare, attuare e monitorare la politica agricola e le azioni per lo sviluppo rurale;
rilevato che la coerenza e la comparabilità dei dati e l'uniformità dei formati di trasmissione degli stessi sono requisiti essenziali per l'elaborazione delle statistiche agricole europee, in particolare per l'efficienza dei processi di rilevazione, trattamento e diffusione e per la qualità dei risultati ottenuti;
verificato che la proposta di regolamento appare conforme ai principi di sussidiarietà e proporzionalità,
esprime parere favorevole, con le seguenti osservazioni:
si sottolinea l'importanza di un adeguato contributo europeo a copertura dei costi diretti necessari per l'adeguamento ai nuovi sistemi statistici e tecnici;
si evidenzia l'esigenza di ridurre al minimo gli adempimenti amministrativi a carico delle microimprese, che potrebbero non disporre delle risorse strumentali e organizzative necessarie per fare fronte a rilevazioni frequenti ed eccessivamente dettagliate;
si rileva la necessità di selezionare i contenuti delle rilevazioni statistiche in modo funzionale all'obiettivo di elaborare azioni più mirate e incisive in materia di politica agricola, che tengano conto in via prioritaria dei bisogni dei produttori e dei consumatori dell'Unione;
si auspica, infine, che il potere della Commissione europea di adottare gli atti delegati sia conferito per un arco di tempo determinato, ad esempio di cinque anni, anziché per un periodo indeterminato.
(7-00291)
ALBANO