• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/00972 l'articolo 1, comma 605, lettera c) della legge 27 dicembre 2006 n. 296 aveva trasformato le graduatorie permanenti in graduatorie ad esaurimento (GaE) «al fine di dare adeguata soluzione al...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 16 gennaio 2014
nell'allegato al bollettino in Commissione VII (Cultura)
5-00972

È stato già più volte segnalato, in occasione della discussione di altri atti di sindacato ispettivo di analogo contenuto, anche dallo stesso Ministro Carrozza nel question time discusso nell'Assemblea di questa Camera il 4 dicembre 2013, che la riapertura delle graduatorie ad esaurimento richiederebbe un intervento non perseguibile in via amministrativa, occorrendo l'approvazione di uno specifico provvedimento legislativo. Peraltro, come ricordato nelle suddette occasioni, un simile intervento appare escluso dal fatto che con la legge n. 296 del 2006 è stato chiuso il canale di reclutamento delle graduatorie permanenti, trasformate, appunto, in graduatorie ad esaurimento. Questa scelta è stata più volte confermata dal Governo e dal Parlamento ed è coerente con l'attuale sistema di reclutamento.
I casi di successivo inserimento di docenti nelle graduatorie stesse sono relativi a situazioni del tutto eccezionali di soggetti che avevano precedentemente maturato legittime aspettative.
Uno di questi casi è quello ricordato dall'onorevole interrogante, relativamente all'istituzione della fascia aggiuntiva delle suddette graduatorie ad opera dell'articolo 14, comma 2-ter, del decreto-legge n. 216 del 2011. Tale disposizione, che ha previsto l'inserimento nella suddetta fascia di coloro che avevano conseguito determinati titoli abilitanti – tra cui la laurea in scienze della formazione primaria – negli anni accademici 2008/2009, 2009/2010 e 2010/2011, è stata attuata con il decreto del Ministro n. 53 del 14 giugno 2012, che ha fissato le modalità per la presentazione delle domande di inserimento indicando quale termine finale dell'istanza il 10 luglio 2012. Questo termine è la conseguenza della previsione legislativa, a norma della quale l'inserimento nella fascia aggiuntiva è riservato a coloro che hanno conseguito i titoli abilitanti indicati dalla legge entro l'anno accademico 2010/2011.
Per i soggetti che hanno conseguito l'abilitazione all'insegnamento in data successiva, sono stati predisposti altri canali di reclutamento, diversi dalle graduatorie ad esaurimento.
Il Ministro è comunque consapevole della situazione degli aspiranti docenti non iscritti nelle graduatorie e valuterà tutte le soluzioni percorribili nel quadro di un più generale riordino del sistema di abilitazione e reclutamento.