• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01014 la nuova sede dell'Archivio di Stato di Livorno fu, a suo tempo, individuata nell'ex convento, poi carcere, dei Domenicani, un grande edificio sorto ai primi del ’700 accanto alla chiesa di...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 14 novembre 2013
nell'allegato al bollettino in Commissione VII (Cultura)
5-01014

Con i due atti parlamentari 5-01014 e 5-01042, l'onorevole Rocchi richiede notizie in merito alla sede dell'Archivio di Stato di Livorno.
Vorrei riferire che il 14 dicembre del 1998 fu conclusa tra il Ministero dei beni culturali e il comune di Livorno, una convenzione per la concessione della durata di 50 anni del complesso dell'ex Convento dei Domenicani, da ristrutturare e adibire a sede del locale Archivio di Stato.
Detto complesso appartiene per i due terzi al comune e per un terzo al Demanio.
Negli anni successivi è sorta l'esigenza di una sede più idonea e funzionale, sia per assicurare un maggior dimensionamento della struttura archivistica, sia per l'intenzione di realizzare a Livorno il primo polo archivistico italiano, ossia un innovativo modello di gestione del patrimonio documentario, in stretta intesa con la regione e gli enti locali.
Nel 2008 si ipotizzò pertanto di procedere a uno scambio con il comune per acquisire il complesso ex Pirelli in luogo del complesso dei Domenicani, al cui acquisto sembrò interessata l'Autorità Portuale.
Tale soluzione avrebbe permesso di convogliare risorse sul progetto ex Pirelli e dare finalmente una sede idonea all'Archivio di Stato.
La proposta soluzione alternativa è purtroppo risultata impercorribile, a causa dell'indisponibilità, solo di recente comunicata, del comune di Livorno.
La competente Direzione generale del Ministero, in collaborazione con la Direzione regionale per i beni culturali e paesaggistici della Toscana, organo del Ministero sul territorio, sta quindi attivando le procedure tecniche e amministrative finalizzate alla ripresa e completamento dei lavori di recupero del complesso dei Domenicani. Intervento che si conta di completare nel termine di 30 mesi.