• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/06984 PETRAGLIA, DE PETRIS, BAROZZINO, CERVELLINI, DE CRISTOFARO - Ai Ministri dei beni e delle attività culturali e del turismo e dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-06984 presentata da ALESSIA PETRAGLIA
giovedì 9 febbraio 2017, seduta n.759

PETRAGLIA, DE PETRIS, BAROZZINO, CERVELLINI, DE CRISTOFARO - Ai Ministri dei beni e delle attività culturali e del turismo e dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che:

l'ex convento di Santa Croce in Fossabanda, che si trova in piazza Santa Croce a Pisa nella parte nord-est della città, nella zona detta delle Piagge, è un'immobile di proprietà del Comune di Pisa e risale al XIV secolo;

la città di Pisa sconta un'enorme carenza di alloggi per studenti universitari, che, pur avendone diritto, non sono assegnatari di posti; inoltre proprio nella zona delle Piagge esiste un'offerta di mensa universitaria assolutamente non adeguata in termini numerici alla domanda di migliaia di studenti che quotidianamente hanno necessità di consumare i pasti durante la giornata di studio;

da alcuni anni l'immobile dell'ex convento di Santa Croce in Fossabanda si trova nell'elenco delle alienazioni previste dal Comune di Pisa, ed in passato alcuni articoli di stampa hanno riportato l'interesse di alcuni soggetti privati verso l'acquisto;

più di recente e grazie alle iniziative di associazioni, cittadini e studenti, l'immobile, pur rimanendo nell'elenco delle alienazioni, è stato individuato dalla Giunta comunale come luogo da mettere a disposizione degli studenti universitari per l'alloggio e la mensa;

visto che:

nel marzo 2015 la Giunta comunale ha approvato lo schema di protocollo di intesa tra Comune, ARDSU e università, che definisce la destinazione dell'ex convento in mensa e residenza universitaria di circa 90 posti;

la firma del protocollo sarebbe dovuta avvenire durante gli incontri della conferenza università-territorio, luogo di confronto dei tre enti interessati (Comune, azienda regionale per il diritto allo studio e università di Pisa), dove si sarebbe dovuto definire il costo e le modalità della concessione dell'immobile di Santa Croce in Fossabanda all'ARDSU;

considerato che:

a distanza di due anni, la definizione dell'accordo non è ancora avvenuta e l'immobile risulta tuttora non utilizzato;

l'ex convento si trova ancora nell'elenco delle alienazioni previste dal Comune di Pisa e l'amministrazione comunale non ha più reso note le intenzioni di utilizzo del bene;

la struttura dell'ex convento di Santa Croce in Fossabanda, oltre a rappresentare un'opportunità per Pisa e per gli studenti universitari della città, è un immobile di grande pregio storico-architettonico che vanta, tra l'altro, una storia importante avendo, ad esempio, ospitato personaggi del calibro del re di Francia Carlo VIII,

si chiede di sapere:

se sull'immobile esistano o meno vincoli artistici ed architettonici che potrebbero limitare il suo utilizzo rispetto ai criteri definiti nel protocollo del 2015;

se e come, i Ministri in indirizzo intendano sollecitare i soggetti interessati a definire finalmente l'accordo avviato assegnando agli studenti della città di Pisa un luogo che contribuirà a soddisfare le loro necessità primarie per lo studio universitario.

(4-06984)