• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02308 la Igei Spa, istituita per gestire la vendita del patrimonio dell'Inps e partecipata al 51 per cento dal medesimo Istituto, è stata posta in liquidazione a far data dal 31 dicembre 1996 ai...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02308presentato daFREGOLENT Silviatesto diVenerdì 7 marzo 2014, seduta n. 185

FREGOLENT e CAUSI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro dell'economia e delle finanze. — Per sapere – premesso che:
la Igei Spa, istituita per gestire la vendita del patrimonio dell'Inps e partecipata al 51 per cento dal medesimo Istituto, è stata posta in liquidazione a far data dal 31 dicembre 1996 ai sensi del decreto legislativo 16 febbraio 1996, n. 104;
la Igei, nonostante la presenza di cinque commissari liquidatori, è ancora in attività; il 31 ottobre 2012, in risposta alla interrogazione 5/08005, il Sottosegretario Maria Cecilia Guerra ha così motivato tale ritardo: «Con l'entrata in vigore del decreto-legge numero 351 del 2001 (convertito con modificazioni, dalla legge numero 410 del 2001), è stato introdotto lo strumento della cartolarizzazione volto a valorizzare e vendere il patrimonio immobiliare pubblico. Al fine quindi di garantire il processo di dismissione, avviato con le due operazioni di cartolarizzazione, è stata consentita alla predetta società la prosecuzione della gestione fino al completamento della prevista dismissione immobiliare»;
tale dismissione immobiliare sembra oggi in fase di conclusione: il 31 marzo del 2014 è prevista la chiusura definitiva della società dopo le numerose proroghe che si sono succedute negli anni;
per quanto riguarda i lavoratori, il rappresentante del Governo, in risposta alla citata interrogazione, ha dichiarato che: «l'Istituto ha reso noto di avere nel tempo ricercato soluzioni volte all'utilizzo del personale della società in questione anche mediante l'inserimento nei propri ruoli; tuttavia anche nella recente procedura di gara per la scelta del nuovo gestore, in assenza di specifiche previsioni normative e contrattuali in tal senso, non è stato possibile effettuare l'inserimento di che trattasi. [...] l'Istituto ha assicurato la propria disponibilità ad individuare ogni possibile soluzione, volta a garantire la continuità occupazionale del personale Igei, da condividere con i Ministeri vigilanti anche nell'ambito del tavolo tecnico, operativo presso il Dipartimento della Funzione Pubblica, sulle procedure di coordinamento della spesa del personale delle amministrazioni pubbliche»;
risulta, tuttavia, agli interroganti che per i 18 dipendenti della Igei spa è stata avviata da alcuni mesi la procedura di licenziamento e che l'Inps non sarebbe disponibile ad inserire il personale dell'Igei Spa nel proprio organico né in una delle sue società controllate;
una ulteriore possibilità sarebbe stata quella di far assorbire i lavoratori dalla società di gestione immobiliare «Prelios» – che nel 2012 ha vinto la gara d'appalto per la gestione dell'intero patrimonio – i dirigenti della società si erano infatti impegnati a trovare una soluzione in tal senso;
una recente sentenza del Consiglio di Stato (dispositivo n. 5049 del 17 ottobre 2013) ha però revocato l'appalto alla Prelios affidandolo alla società seconda classificata, la Romeo Gestioni, che non sembrerebbe intenzionata a riassumere i dipendenti di Igei;
nonostante le continue sollecitazioni pervenute dalle associazioni sindacali nel corso degli ultimi anni, volte alla ricerca di una positiva soluzione della vicenda, il futuro dei 18 lavoratori è quanto mai incerto –:
se la procedura di liquidazione di Igei, alla luce di quanto esposto in premessa e coerentemente con i principi di razionalizzazione ed ottimizzazione della spesa pubblica, si concluderà effettivamente entro il 31 marzo 2014;
quali provvedimenti urgenti intendano adottare per salvaguardare i livelli occupazionali e professionali dei dipendenti della Igei dopo il termine della procedura di liquidazione della società. (5-02308)