• Testo della risposta

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/01823 nel corso di un incontro con le maggiori rappresentanze del settore ippico avuto lo scorso dicembre, il sottosegretario con delega all'ippica Castiglione, ha confermato la disponibilità del...



Atto Camera

Risposta scritta pubblicata Giovedì 9 gennaio 2014
nell'allegato al bollettino in Commissione XIII (Agricoltura)
5-01823

In relazione alla crisi che investe il settore ippico, preciso innanzitutto che le risorse stanziate per il comparto ippico, nel bilancio 2014 del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, ammontano a 181.685.327 euro di cui 97.685.327 euro sono destinati al finanziamento del montepremi.
Sulla base del piano di rientro di cui al decreto interministeriale del 31 gennaio 2013, il pagamento degli arretrati spettanti agli operatori sarà effettuato nel 2014 fino all'importo preventivato di 30 milioni di euro.
In particolare, secondo quanto previsto dal piano di rientro, la riduzione di spesa sullo stanziamento 2014, dovrà essere realizzata, essenzialmente, attraverso la riduzione del numero di corse.
Al fine di contrastare il gravissimo impatto che l'attuazione del piano di rientro avrebbe sulla tenuta del settore, il Ministero ha avviato interventi finalizzati ad assicurare al comparto:
le risorse aggiuntive conferibili attraverso la destinazione di quote della raccolta dei giochi pubblici;
il recupero dei residui attivi e, in particolare, dei crediti da lodi arbitrali e minimi garantiti;
l'incremento delle entrate da scommesse su eventi ippici, in particolare, attraverso l'adozione del nuovo Regolamento per l'accettazione delle scommesse e la realizzazione di iniziative di comunicazione per la promozione della scommessa ippica.