• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/10826    la Dis-Coll, misura di sostegno al reddito per i collaboratori coordinati e continuativi in caso di cessazione del contratto di lavoro, istituita dall'articolo 15 del decreto legislativo...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-10826presentato daCHIMIENTI Silviatesto diMercoledì 15 marzo 2017, seduta n. 760

   CHIMIENTI, TRIPIEDI, COMINARDI, CIPRINI, LOMBARDI e DALL'OSSO. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali . — Per sapere – premesso che:
   la Dis-Coll, misura di sostegno al reddito per i collaboratori coordinati e continuativi in caso di cessazione del contratto di lavoro, istituita dall'articolo 15 del decreto legislativo numero 22 del 2015, il cosiddetto Jobs Act, è stata prorogata per il 2016 ma non per l'anno 2017;
   la Dis-Coll, che prevedeva una corresponsione mensile per la metà dei mesi di contribuzione presenti nel periodo compreso tra il 1o gennaio dell'anno solare precedente l'evento di cessazione del rapporto di collaborazione e l'evento stesso fino a un massimo di sei mesi, è stata prorogata dall'articolo 1, comma 310, della legge n. 208 del 2015 per gli eventi di disoccupazione verificatisi nell'anno 2016;
   ad oggi, in assenza di previsione normativa, non sarà possibile procedere alla presentazione delle domande di indennità Dis-Coll per le cessazioni involontarie dei contratti di collaborazione coordinata e continuativa anche a progetto, verificatesi dal 1o gennaio 2017;
   l'obiettivo della Dis-Coll, che sostituiva l'indennità una tantum prevista dalla legge cosiddetta Fornero, era assicurare un sostegno a co.co.co. e co.co.pro. rimasti disoccupati, ma non prevedendone la proroga per il 2017 si priva questo tipo di precari dell'unico ammortizzatore sociale loro destinato;
   la platea dei collaboratori, infatti, è rimasta priva di qualsiasi paracadute e a distanza di un anno dall'entrata in vigore delle nuove regole definite dal codice dei contratti, mediante il decreto legislativo n. 81 del 2015, il capitolo delle collaborazioni coordinate e continuative fatica a trovare un assetto definito –:
   se il Ministro interrogato intenda recuperare l'istituto della Dis-Coll per il 2017 e quali iniziative intenda intraprendere per trovare una soluzione strutturale al problema. (5-10826)