• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/07184 AIELLO, DALLA TOR, CONTE, PAGANO, BILARDI, TORRISI, COLUCCI, MANCUSO, Luciano ROSSI, ALBERTINI, GUALDANI - Al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo - Premesso che:...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07184 presentata da PIETRO AIELLO
giovedì 16 marzo 2017, seduta n.787

AIELLO, DALLA TOR, CONTE, PAGANO, BILARDI, TORRISI, COLUCCI, MANCUSO, Luciano ROSSI, ALBERTINI, GUALDANI - Al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo - Premesso che:

l'Enit è l'Agenzia nazionale del turismo, nata per promuovere il turismo nel nostro Paese. È un ente pubblico economico, ai sensi dell'art. 16 del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 29 luglio 2014, n. 106. Svolge le proprie funzioni ed attività attraverso la sede centrale e le sedi periferiche;

l'Agenzia nazionale del turismo è sottoposta alla vigilanza del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo;

il 22 dicembre 2016 sono stati pubblicati avvisi pubblici di procedura selettiva per titoli e colloquio per l'assunzione di 21 unità di personale a tempo indeterminato full time presso l'Enit;

uno degli avvisi pubblici è relativo all'assunzione di un'unità di personale a tempo indeterminato full time per il profilo professionale di responsabile della comunicazione. Tra i titoli preferenziali a cui vengono attribuiti punteggi per la valutazione della commissione viene citata l'iscrizione all'albo dei giornalisti;

considerato che:

la legge 7 giugno 2000, n. 150, che detta la disciplina dell'attività di informazione e comunicazione delle pubbliche amministrazioni, impone l'iscrizione all'Albo dei giornalisti pubblicisti o professionisti per l'esercizio di mansioni di responsabilità nel settore della comunicazione e dei media;

la titolazione dell'avviso pubblico fa espresso richiamo alla qualifica del redattore incluso nel contratto collettivo nazionale di lavoro giornalistico nell'ambito del profilo professionale di responsabile della comunicazione e dei media, la cui applicazione è riservata a chi già esercita la funzione di giornalista, essendo chiaro l'intento dell'ente di utilizzare questa tipologia di risorsa umana,

si chiede di sapere quali siano i motivi della scelta di inserire l'iscrizione all'albo dei giornalisti come titolo preferenziale del citato bando pubblico, e non come requisito minimo di ammissione alla selezione, così come sarebbe stato, secondo gli interroganti, giusto e legittimo.

(4-07184)