• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/10880    in data 20 novembre 2014 l'azienda ospedaliero-universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino ha indetto con deliberazione numero 1178/2014 una gara pubblica per l'affidamento...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-10880presentato daCHIMIENTI Silviatesto diLunedì 20 marzo 2017, seduta n. 762

   CHIMIENTI, DELLA VALLE, CASTELLI, CIPRINI, TRIPIEDI, DALL'OSSO, COMINARDI, LOMBARDI, SILVIA GIORDANO, MANTERO, LOREFICE e BARONI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro della salute . — Per sapere – premesso che:
   in data 20 novembre 2014 l'azienda ospedaliero-universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino ha indetto con deliberazione numero 1178/2014 una gara pubblica per l'affidamento del servizio integrato di pulizia e sanificazione ambientale e servizi annessi, occorrenti all'A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino, all'ASL TO1, e all'ASL TO5 per un periodo di trentasei mesi;
   il 20 settembre 2016 sul sito della Città della Salute sono stati riportati gli esiti della seduta pubblica e la graduatoria con punteggio delle imprese concorrenti, e con deliberazione numero 1407/2016 il direttore generale dell'A.O.U. Città della Salute e della Scienza di Torino ha provveduto ad aggiudicare definitivamente alla società DUSSMANN SERVICE S.R.L., di Capriate S. Gervasio (BG), il lotto A con un ribasso sull'importo complessivo a base d'asta del 33,036 per cento;
   con la deliberazione numero 1417/2016 si è provveduto ad aggiudicare definitivamente alla società DUSSMANN SERVICE S.R.L. il lotto B, con un ribasso sull'importo complessivo a base d'asta del 33,073 per cento;
   con deliberazione numero 1418/2016, si è provveduto ad aggiudicare definitivamente alla società EUROS & PROMO FM SOC. COOP. P.A. di Udine il lotto C, con un ribasso sull'importo complessivo a base d'asta del 10,13 per cento;
   i forti ribassi a base d'asta hanno determinato un taglio delle ore del personale addetto alle pulizie, il 33 per cento sui lotti A e B, e il 10 per cento per il lotto C, corrispondenti a oltre 4.523 ore settimanali contrattuali in meno per la Città della Salute e circa 800 ore settimanali in meno per l'Asl TO1, come riportato nell'articolo pubblicato in data 14 marzo 2017 sul sito TorinoOggi.it;
   la riduzione di orario di lavoro interessa in totale 680 operatori, nonostante nelle deliberazioni fosse riportato il rispetto del capitolato speciale che prevede nella clausola sociale il mantenimento delle medesime condizioni contrattuali e del posto di lavoro;
   nonostante a giugno 2016, dopo la delibera della Giunta Regionale del 30 maggio, sia stato sottoscritto il protocollo sugli appalti, con firma del presidente della regione Piemonte Sergio Chiamparino e dei segretari generali di CGIL-CISL-UIL Piemonte, sulla giusta retribuzione e l'applicazione delle clausole sociali negli appalti regionali, si assiste ad una riduzione delle ore complessive di lavoro, che determina una riduzione pesante del salario degli operatori e una notevole riduzione del servizio offerto che mette a rischio le condizioni di asepsi delle strutture ospedaliere –:
   quali iniziative di competenza intendano intraprendere per salvaguardare lo status del personale delle imprese di pulizie coinvolte dal bando di gara di cui in premessa e le condizioni di igiene degli ospedali e delle strutture sanitarie coinvolte. (5-10880)