• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/07214 BAROZZINO, DE PETRIS, BOCCHINO, CAMPANELLA, CERVELLINI, DE CRISTOFARO, PETRAGLIA, MINEO - Ai Ministri delle politiche agricole alimentari e forestali e del lavoro e delle politiche sociali -...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07214 presentata da GIOVANNI BAROZZINO
martedì 21 marzo 2017, seduta n.789

BAROZZINO, DE PETRIS, BOCCHINO, CAMPANELLA, CERVELLINI, DE CRISTOFARO, PETRAGLIA, MINEO - Ai Ministri delle politiche agricole alimentari e forestali e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che:

la legge n. 19 del 2017 (cosiddetta Milleproroghe) di conversione del decreto-legge n. 244 del 2016, dispone il differimento del termine per l'entrata in vigore dell'obbligo dell'abilitazione all'uso dei trattori agricoli o forestali (patentino) al 31 dicembre 2017 (scaduto il 31 dicembre 2015), nonché il differimento al 31 dicembre 2018 per i corsi di aggiornamento per i lavoratori del settore agricolo che, alla data di entrata in vigore dell'Accordo tra Stato, Regioni e Province autonome, sancito dalla Conferenza permanente il 22 febbraio 2012 come previsto dall'art. 73, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, fossero in possesso di esperienza documentata pari almeno a 2 anni;

il 31 per cento di tutte le morti per infortuni sui luoghi di lavoro avvengono in agricoltura e tra queste ben il 65 per cento sono provocate dai trattori;

secondo i dati dell'Osservatorio indipendente sulle morti sul lavoro di Bologna, sono già 15 i morti schiacciati dal trattore nel 2017, sono stati 156 nel 2014, 136 nel 2015 e 141 nel 2016;

considerato che secondo quanto risulta agli interroganti:

la tragedia delle morti per incidenti sul lavoro in agricoltura non ha mai ricevuto la necessaria attenzione da parte dei diversi dicasteri che si sono succeduti dall'introduzione dell'obbligo del patentino per la guida dei trattori e degli altri mezzi agricoli: sono oltre 430 gli agricoltori morti schiacciati dal trattore da quando i Ministri in indirizzo presiedono il proprio Ministero;

l'innalzamento dell'età pensionabile ha fatto aumentare le morti sul lavoro tra gli ultra sessantenni, che non hanno più i riflessi pronti e buona salute per svolgere lavori pericolosi, come la guida del trattore;

la pressione delle lobbies sembra concorrere pesantemente alla dilazione dei tempi per introdurre la formazione obbligatoria;

occorre una campagna informativa sulla pericolosità dei mezzi agricoli e forti incentivi per mettere in sicurezza i vecchi mezzi,

si chiede di sapere quali iniziative di competenza, anche legislative, i Ministri in indirizzo intendano adottare per arginare tale strage di lavoratori, che potrebbero essere salvati attraverso l'applicazione di una normativa tempestiva ed efficace.

(4-07214)