• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/07259 LANGELLA - Al Ministro dell'interno - Premesso che: ai sensi dell'articolo 21 della Costituzione italiana, la libertà di espressione e di parola sono diritti inalienabili; ciò...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07259 presentata da PIETRO LANGELLA
giovedì 23 marzo 2017, seduta n.792

LANGELLA - Al Ministro dell'interno - Premesso che:

ai sensi dell'articolo 21 della Costituzione italiana, la libertà di espressione e di parola sono diritti inalienabili;

ciò nonostante, le affermazioni fatte, tramite social network, e prontamente riprese dalla carta stampata, con la eco che ne consegue, dal sindaco di Cantù in provincia di Como, Claudio Bizzozero, nei confronti di Napoli, rappresentano a parere dell'interrogante quanto di più volgare ed offensivo possibile nei confronti di una città e di una cultura, da millenni faro del Mediterraneo e non solo;

si tratta di affermazioni, ingiurie, che acquisiscono ancora più drammaticità, perché proferite da un rappresentante delle istituzioni nel giorno in cui si svolgerà la cerimonia solenne nell'Aula della Camera dei deputati per le celebrazioni del sessantesimo anniversario della firma dei Trattati di Roma, alla presenza delle più alte cariche dello Stato;

specificamente, risulta che il sindaco di Cantù abbia diffuso le seguenti parole: "NAPOLI PER ME RESTA UNA FOGNA INFERNALE (...) Che un personaggio così insignificante rappresenti Napoli e la fogna italica non mi sorprende. I napoletani fanno benissimo a votarlo: è perfetto per loro... Napoli è una città sporca, inquinata, criminale, mafiosa, corrotta, degradata, clientelare, parassitaria e incivile... L'immagine perfetta per la sostanza del paese di cui è parte (e di cui, purtroppo, facciamo parte anche noi) che è anch'esso esattamente così ovunque. Napoli è solo più avanti di altri in questo... E come reagiscono allora i Napoletani davanti alla verità messa brutalmente davanti agli occhi di tutti? Non certo come fa chi vuol cambiare le cose (oggettivamente orribili) ma solo insultando chi ricorda loro come sta realmente la situazione... Non mi intendo di psicologia ma credo che tutto questo si chiami rimozione (metodo perfetto per chi non vuole risolvere i problemi). Funziona ovunque. Basta viaggiare in una qualunque città del terzo mondo";

tali affermazioni sono fortemente anacronistiche e non si conciliano con il clima di ricerca di una sempre maggiore coesione tra i territori;

le dichiarazioni del sindaco Bizzozero, tra l'altro, palesano un evidente elemento offensivo e discriminatorio, oltre che totale ignoranza;

nessuno deve nascondersi dietro il classico dito e negare i numerosi problemi, che affliggono una grande metropoli come Napoli. Tuttavia, è inammissibile che le problematiche di una qualsiasi città vengano giudicate in un modo tanto oltraggioso ed approssimativo,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia al corrente delle suddette affermazioni, inopportunamente propalate dal sindaco di Cantù;

se e quali iniziative di propria competenza intenda porre in essere, per stigmatizzare tale comportamento, lesivo dell'immagine della città di Napoli.

(4-07259)