• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/16071    il bergamotto è una delle specificità della Calabria ed è, oltre ad essere legato in modo inscindibile alla cultura e alle tradizioni della regione, una risorsa di crescita per...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-16071presentato daDIENI Federicatesto diMartedì 28 marzo 2017, seduta n. 768

   DIENI, PARENTELA e LUPO. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali . — Per sapere – premesso che:
   il bergamotto è una delle specificità della Calabria ed è, oltre ad essere legato in modo inscindibile alla cultura e alle tradizioni della regione, una risorsa di crescita per l'agricoltura locale;
   una delle più prestigiose sedi in cui dal 1978 lo Stato investe sullo studio del bergamotto, oltre che di altre varietà di agrumi e piante tropicali, è la sezione operativa periferica, con annessa l'azienda sperimentale «San Gregorio» presso Reggio Calabria, dell'Istituto sperimentale per l'agrumicoltura di Acireale, ora centro di ricerca per l'agrumicoltura e la coltura mediterranea (Crea-Acm);
   la stessa sezione operativa periferica a seguito di ciò che viene previsto dal Piano di riorganizzazione e razionalizzazione del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, viene declassata ad azienda sperimentale, sottoposta al Centro di ricerca per l'agrumicoltura e le colture mediterranee (CRA-ACM) di Acireale (Catania), il quale assorbe le competenze delle ex sezioni operative dell'ISA comprese quelle di Reggio Calabria;
   la soppressione della sezione operativa periferica di Reggio Calabria ha determinato la cessazione dell'attività amministrativa, con conseguente riallocazione delle risorse umane ivi presenti: con ordine di servizio n. 2108 del 14 ottobre 2008, il personale amministrativo è stato trasferito ad Acireale, mentre il restante personale tecnico, pari a 5 unità, è stato assegnato alla neonata azienda sperimentale «San Gregorio» (Reggio Calabria);
   la legge 23 dicembre 2014, n. 190, all'articolo 1, comma 381, prevede che «l'Istituto nazionale di economia agraria (INEA) è incorporato nel Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura (CRA), che assume la denominazione di Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria», richiedendo inoltre la «riduzione delle attuali articolazioni territoriali pari ad almeno il 50 per cento, nonché la riduzione delle spese correnti pari ad almeno il 10 per cento, rispetto ai livelli attuali»;
   per ciò che attiene alle spese della struttura, al di là del costo per il personale che resterebbe in ogni caso a carico del Crea, esse ammonterebbero ad una media di 20 mila euro annui, ripianate, per oltre la metà, dalla vendita sia dei frutti in esubero di cedro e bergamotto, sia del materiale certificato di propagazione destinato ai vivaisti;
   va rilevato inoltre che, come sopra esposto, l'azienda sperimentale di San Gregorio, pur rappresentando un'articolazione territoriale del Centro di ricerca per l'agrumicoltura di Acireale, non essendo più una sezione operativa periferica (SOP) non dovrebbe risultare nel computo delle 87 strutture conteggiate nell'ultimo piano di riorganizzazione, dove invece risulterebbe agli interroganti ancora indicata erroneamente come SOP –:
   se l'azienda «San Gregorio» risulti tra le strutture del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria per cui si preveda la chiusura e se il Ministro interrogato non intenda adottare iniziative di propria competenza per escludere l'azienda sperimentale «San Gregorio» di Reggio Calabria da tale computo, in considerazione dell'enorme importanza economica per il territorio e dell'esiguo costo della stessa. (4-16071)