• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/02756/076/ ... in sede di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, recante nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2756/76/05 presentato da ALDO DI BIAGIO
martedì 4 aprile 2017, seduta n. 722

Il Senato,
in sede di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8, recante nuovi interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 2016 e del 2017,
premesso che:
il provvedimento, tra le altre cose, dispone la disciplina, mediante apposita ordinanza commissariale, delle modalità di partecipazione e coinvolgimento dei cittadini alle scelte in materia di pianificazione e sviluppo territoriale, relativamente agli strumenti urbanistici attuativi per la ricostruzione dei centri storici e dei centri e nuclei urbani e rurali;
il riconoscimento del ruolo determinante della partecipazione dei cittadini anche attraverso il ruolo e le progettualità dell'associazionismo potrebbe rappresentare un valore aggiunto nelle dinamiche di valorizzazione e di rilancio dei territori colpiti;
sarebbe auspicabile garantire formule di coinvolgimento sociale anche per iniziative che afferiscono a progetti di "infrastruttura sociale" con interventi socio-comunitari e di sostegno alle famiglie e ai profili vulnerabili;
la partecipazione ed il coinvolgimento della società civile e delle realtà afferenti il terzo settore potrebbe garantire anche quegli obiettivi di trasparenza e legalità che si intende perseguire con il provvedimento e che soltanto attraverso un meccanismo di concertazione multilivello e di monitoraggio dell'azione pubblica e privata nelle dinamiche di intervento e ricostruzione, potrebbero essere garantiti;
impegna il Governo:
a valutare l'opportunità di consentire la partecipazione ed il coinvolgimento dell'Associazionismo e delle realtà del terzo settore nelle scelte e nelle iniziative di pianificazione e sviluppo territoriale non soltanto per quanto attiene agli strumenti urbanistici ma anche nelle operazioni di auspicato rilancio di infrastrutture sociali nelle aree colpite.
(0/2756/76/5)
DI BIAGIO