• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/02514 il contingente di pesca assegnato all'Italia, compresa la parte dedicata alla cattura del tonno rosso con il sistema a circuizione, per l'anno 2014 è di tonnellate 3764; la concessione...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-02514presentato daVALIANTE Simonetesto diMartedì 1 aprile 2014, seduta n. 202

VALIANTE. — Al Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali. — Per sapere – premesso che:
il contingente di pesca assegnato all'Italia, compresa la parte dedicata alla cattura del tonno rosso con il sistema a circuizione, per l'anno 2014 è di tonnellate 3764;
la concessione in quote a soggetti concessionari titolari di licenza di pesca realizza vantaggi e benefici economici per il concessionario privato di quote-pesca di tonno rosso. L'atto concessorio soggiace alle previsioni di cui all'articolo 12 e seguenti della legge n. 241 del 1990 e successive modificazioni;
dal 2000 al 2009 nell'adozione dell'atto concessorio della pesca del tonno rosso si è proceduto con decreti ministeriali annuali nell'osservanza applicativa della normativa richiamata e con criteri selettivi graduati, tenendo conto della STL – stazza lorda/GT di ogni nave da pesca. Lo scorrimento della graduatoria per la concessione del quantitativo di quota riferibile non avrebbe registrato alcuna restrizione numerica di imbarcazioni, dando la possibilità a tutte le navi da pesca richiedenti la possibilità di pescare nel limite quantitativo del contingente annuale assegnato;
dal 2009 al 2014 con le medesime modalità sarebbero state autorizzate sempre e soltanto alcune navi da pesca, utilizzando elenchi retroattivi espressamente vietati dalle norme comunitarie di riferimento – segnatamente dal regolamento (CE) n. 302 del 2009 del Consiglio, del 6 aprile 2009 e dal regolamento (UE) n. 500 del 2012 del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 giugno 2012;
i relativi decreti ministeriali, da ultimo quello del 29 novembre 2012, n. 23, sarebbero in contraddizione con i decreti direttoriali del 14 ottobre 2013 e del 25 ottobre 2013, che per le assegnazioni concessorie richiamano l'articolo 12 della menzionata legge n. 241 del 1990 che prevede la predeterminazione dei criteri selettivi –:
se, alla luce di quanto premesso, non ritenga necessario ma anche urgente provvedere con proprio decreto a rinnovare l'elenco della navi da pesca del tonno rosso per l'anno 2014;
se non ritenga altresì opportuno e necessario applicare come criterio di equità l'attribuzione ad ognuna delle barche ammesse per il 2014 di una identica quota, pari a 71 tonnellate, e come criterio selettivo il riferimento STL/GT posseduto da ogni barca comparato al residuo disponibile del contingente per circuizione del tonno rosso. (5-02514)