• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/03005    venerdì 5 maggio 2017 un vasto rogo è divampato all'interno della Eco-X, società che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel comune di Pomezia, sprigionando una colonna di...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in Assemblea 3-03005presentato daPELLEGRINO Serenatesto diMartedì 9 maggio 2017, seduta n. 792

   PELLEGRINO, FASSINA, BRIGNONE, GREGORI, MARCON, AIRAUDO, CIVATI, COSTANTINO, DANIELE FARINA, FRATOIANNI, GIANCARLO GIORDANO, ANDREA MAESTRI, PAGLIA, PALAZZOTTO, PANNARALE, PASTORINO e PLACIDO. — Al Ministro della salute. — Per sapere – premesso che:
   venerdì 5 maggio 2017 un vasto rogo è divampato all'interno della Eco-X, società che si occupa di raccolta e smaltimento dei rifiuti nel comune di Pomezia, sprigionando una colonna di fumo visibile a chilometri di distanza;
   l'Arpa Pomezia ha registrato, nella giornata del 5 maggio 2017, nell'aria valori del Pm 10 pari a 130 mentre il valore massimo a legislazione vigente è fissato a 50;
   nella giornata del 7 maggio 2017 la procura di Velletri ha disposto il sequestro dell'impianto e ha incaricato l'Arpa di verificare anche il grado di diossina eventualmente sprigionatosi nell'aria;
   il 3 novembre 2016, il comitato di quartiere «Castagnetta Cinque Poderi» di Pomezia, aveva manifestato al sindaco Fucci, il timore che nel piazzale della Eco-X potessero svilupparsi incendi e che da questi potevano derivare danni alla salute e all'ambiente;
   malesseri si sono verificati fra i lavoratori e lavoratrici dell'outlet di Castel Romano, tanto che alcuni sono stati ricoverati e sottoposti a cura cortisonica;
   il sindaco di Pomezia Fabio Fucci insieme al commissario straordinario del comune di Ardea hanno emanato l'ordinanza di divieto di raccolta degli ortaggi e di pascolo degli animali in un raggio di 5 chilometri dal luogo dell'incendio dell'impianto;
   il sindaco Fucci ha firmato, altresì, un'ordinanza che dispone la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado ed ha disposto l'evacuazione delle case nel raggio di 100 metri dal luogo dell'incendio e di tenere le finestre chiuse nel raggio di 2 chilometri dal deposito andato a fuoco;
   il direttore del dipartimento prevenzione dell'azienda sanitaria locale Roma 6 Mariano Sigismondi ha confermato la presenza di amianto nelle coperture del tetto dei capannoni andati a fuoco, ma ad oggi non si è a conoscenza di valutazioni degli effetti del calore sulla sostanza;
   tra i cittadini di una vasta area che non comprende solo Pomezia è molto forte la preoccupazione per la salute e si fa pressante la richiesta di notizie certe e di azioni a tutela della salute –:
   quali siano i dati relativi alla concentrazione delle polveri fini PM10, di idrocarburi policiclici aromatici e diossine, nonché quelli relativi all'amianto che potrebbe essersi diffuso e, in tale contesto, quali iniziative di competenza intenda avviare al fine di garantire la salute e una corretta e completa informazione ai cittadini, in attuazione di quanto sancito dall'articolo 32 della Costituzione. (3-03005)