• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/16659    la Commissione europea ha adottato il 27 aprile 2017 le decisioni in materia di procedure di infrazione per mancato recepimento di direttive europee;    con riferimento...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-16659presentato daMANNINO Claudiatesto diVenerdì 19 maggio 2017, seduta n. 800

   MANNINO. — Al Presidente del Consiglio dei ministri . — Per sapere – premesso che:
   la Commissione europea ha adottato il 27 aprile 2017 le decisioni in materia di procedure di infrazione per mancato recepimento di direttive europee;
   con riferimento all'Italia, le decisioni hanno riguardato una messa in mora complementare, due pareri motivati (articolo 258 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea), una decisione di ricorso (articolo 258 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea), sei archiviazioni di procedure di infrazione e l'archiviazione di un caso di pre-infrazione;
   il numero delle procedure a carico del nostro Paese scende da settantacinque a sessantanove, di cui cinquantuno per violazione del diritto dell'Unione europea e diciotto per mancato recepimento di direttive;
   il sistema EU PILOT (strumento informatico EU pilot – IT application) dal 2008 è lo strumento principale di comunicazione e cooperazione tramite il quale la Commissione europea, mediante il Punto di contatto nazionale – che in Italia è la struttura di missione presso il Dipartimento politiche dell'Unione europea della Presidenza del Consiglio dei ministri –, trasmette le richieste di informazione agli Stati membri (25 in tutto, in quanto Malta e Lussemburgo non hanno ancora aderito a questo strumento di precontenzioso) al fine di assicurare la corretta applicazione della legislazione dell'Unione europea e di prevenire possibili procedure d'infrazione;
   il sistema EU Pilot viene utilizzato quando per la Commissione europea la conoscenza di una situazione di fatto o di diritto all'interno di uno Stato membro è insufficiente e non permette il formarsi di un'opinione chiara sulla corretta applicazione del diritto dell'Unione europea in tutti i casi che potrebbero essere risolti senza dovere ricorrere all'apertura di una vera e propria procedura di infrazione;
   EU Pilot, di fatto, ha sostituito l'inoltro delle lettere amministrative agli Stati membri tramite le Rappresentanze permanenti a Bruxelles e spesso ha portato alla conclusione positiva di molti casi, senza cioè l'apertura di una vera e propria procedura d'infrazione;
   dall'ultima relazione (anno 2015) sul Controllo dell'applicazione del diritto dell'Unione europea, si evince come, per l'anno di riferimento, risultavano aperti 1260 casi EU Pilot, la maggior parte dei quali riguardava l'Italia (111), la Spagna (78) e la Polonia (74). L'ambiente è rimasto il settore maggiormente interessato, con 298 casi aperti, seguito da giustizia (191) e fiscalità e dogane (141) –:
   quale sia la lista completa, suddivisa per materie, dei casi Eu Pilot ancora pendenti sull'Italia. (4-16659)