• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04444-A/130    premesso che:     il provvedimento in oggetto interviene, tra l'altro, con misure di interpretazione autentica, sulla materia dell'accesso anticipato al trattamento...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04444-A/130presentato daALBANELLA Luisellatesto diMercoledì 31 maggio 2017, seduta n. 807

   La Camera,
   premesso che:
    il provvedimento in oggetto interviene, tra l'altro, con misure di interpretazione autentica, sulla materia dell'accesso anticipato al trattamento pensionistico ai sensi dei commi 179 e 199, dell'articolo 1, della legge 11 dicembre 2016, n. 232 che, rispettivamente, disciplinano nell'ambito dell'APE sociale, la situazione dei lavoratori impegnati in attività gravose e quella dei cosiddetti «precoci»;
    nell'ambito delle misure finalizzate a prevedere differenziati percorsi pensionistici che tengano conto delle particolari condizioni di svolgimento dell'attività lavorativa, da tempo, si segnala la peculiare condizione dei lavoratori impegnati in attività di elettrodottista, lavoro svolto in altezza, inerente la manutenzione e il ripristino delle linee ad alta tensione in tutto il territorio nazionale, svolto su sostegni di linee aeree ad alta tensione (70, 150, 220 e 380 kW) che superano anche i 60 metri di altezza. Tali operatori, sono sottoposti a uno stress psico-fisico particolarmente intenso continuativo e protratto nel tempo che merita di essere preso in considerazione;
    l'operatività in qualsiasi ora del giorno e dell'anno, la differenza di temperatura tra la base del sostegno e il punto di lavorazione, l'intrinseca pericolosità di un lavoro svolto ad altezze anche notevoli con il solo sostegno di una cinghia di sicurezza, la presenza di campi magnetici per tutti i periodi delle ispezioni, sono tutti fattori che incidono sull'invecchiamento di tali addetti con inevitabili problemi di gestione dei lavoratori con maggiori problemi di salute e di deficit funzionali;
    tale attività era stata considerata come lavoro particolarmente usurante dal decreto legislativo 11 agosto 1993, n. 374, in attuazione della delega prevista dall'articolo 3, comma 1, lettera f) della legge 23 ottobre 1992, n. 421, che prevede l’«anticipazione dei limiti di età pensionabile di due mesi per ogni anno di occupazione in attività particolarmente usuranti, fatto salvo il disposto dell'articolo 2 della legge 28 marzo 1991, n. 120, fino ad un massimo di sessanta mesi, con copertura del maggior onere a carico dei settori interessati, senza aggravi a carico del bilancio dello Stato»;
    successivamente, per l'elencazione e l'individuazione delle mansioni particolarmente usuranti è stato emanato, il decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale 19 maggio 1999, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 208 del 4 settembre 1999, che inspiegabilmente non ha confermato l'inserimento tra le mansioni particolarmente usuranti del «lavoro svolto in altezza»;
    anche il decreto legislativo n. 67 del 2011, poi modificato dall'articolo 24, comma 17, del decreto-legge n. 201 del 2011, non ha colmato tale incongruenza;
    da tempo sono all'esame della Commissione XI della Camera dei deputati proposte di legge che affrontano congiuntamente le peculiari condizioni lavorative e previdenziali dei lavoratori edili e dei lavoratori che svolgono lavori in altezza,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di adottare ogni misura utile, anche attraverso una revisione del citato decreto del Ministro del lavoro e della previdenza sociale del 19 maggio 1999, finalizzata a ripristinare il riconoscimento di attività particolarmente usurante per i lavoratori impegnati in lavori di elettrodottista e in altezza.
9/4444-A/130. Albanella.