• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/16932    il centro di formazione nato all'interno dell'Accademia musicale «G. Marziali» alla fine degli anni ’90, ha avuto l'accreditamento ministeriale nel gennaio 2004 (decreto ministeriale...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-16932presentato daVIGNALI Raffaellotesto diMercoledì 14 giugno 2017, seduta n. 813

   VIGNALI e BOSCO. — Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca . — Per sapere – premesso che:
   il centro di formazione nato all'interno dell'Accademia musicale «G. Marziali» alla fine degli anni ’90, ha avuto l'accreditamento ministeriale nel gennaio 2004 (decreto ministeriale n. 177 del 2000, ex direttiva n. 90 del 2003) presentando iniziative realizzate nei precedenti tre anni scolastici. Con decreto del 23 gennaio 2004, l'Ente è stato incluso nell'elenco dei soggetti accreditati. L'accreditamento ha avuto una durata di tre anni;
   allo scadere dei primi tre anni, dopo successiva richiesta di rinnovo di accreditamento da parte dell'Accademia marziali, e relativo invio di documentazione, cui è seguita visita ispettiva presso la sede di Seveso, la direzione generale per il personale della scuola ha confermato l'accreditamento in via definitiva, con decreto del 23 maggio 2007, sollevando l'ente da qualsiasi scadenza di rinnovo successivo;
   negli anni tra il 2007 e il 2016 l'Accademia ha regolarmente documentato tutte le iniziative di formazione realizzate nella griglia prevista dal Ministero chiamata «Scheda B Monitoraggio degli enti accreditati» dove è stato segnalato, come previsto dalla tipologia di rilevamento dati, tra altro, il numero dei corsisti, la tipologia di ordini di scuola cui appartenevano, durata del corso, sede e periodo di svolgimento;
   negli anni, l'Accademia ha collaborato stabilmente con più di 40 direzioni didattiche nel territorio della regione Lombardia per la formazione del personale scolastico e la promozione di percorsi musicali all'interno della scuola dell'obbligo ed è in convenzione con numerosi istituti musicali, tra i quali il conservatorio statale «Cantelli» di Novara, per attività di studio e ricerca nell'ambito della pratica strumentale e della didattica dello strumento;
   nel marzo 2016 il Ministero ha inviato agli enti accreditati una richiesta di adeguamento e di rinnovo dell'accreditamento, secondo i criteri della direttiva prot. n. 170 del 21 marzo 2016 dell'ufficio del gabinetto del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca;
   tale richiesta, a quanto consta agli interroganti, sarebbe stata inoltrata per mail, non certificata, unica forma di comunicazione tra Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca ed enti, e la direzione dell'accademia ne è venuta a conoscenza solo dopo la sua scadenza, cioè dopo il 30 settembre 2016;
   considerando ormai perso l'accreditamento del 2016-2017, l'Accademia ha proceduto alla richiesta di accreditamento per l'anno 2017-2018 (pratica di accreditamento n. 2275 tramite piattaforma on-line del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca);
   l'11 maggio 2017 l'Accademia riceve comunicazione via mail che tale richiesta è stata respinta con la motivazione che: «non è significativamente rappresentato il personale della scuola a livello nazionale come prescritto dalla Direttiva 170/2016 (i tre corsi presentano rispettivamente 10, 9 e 21 corsisti, provenienti soprattutto da una Regione»;
   come prescritto dalla direttiva n. 170 del 2016, articolo 2, comma 3, lettera a), il primo requisito per ottenere l'accreditamento «è aver realizzato, nel corso del triennio precedente al termine fissato per la richiesta, almeno tre distinte iniziative di formazione relative agli ambiti di cui si richiede l'accreditamento, ciascuna della durata pari ad almeno 20 ore in almeno tre Regioni»;
   la direttiva non indica una percentuale di corsisti provenienti dalle tre regioni indicate, ma richiede solo genericamente «almeno tre regioni»;
   considerando la tipologia specifica degli ambiti entro i quali si sono proposti i corsi, la previsione di lezione frontali, il lavoro di gruppo e di laboratorio con formazione in presenza, oltre al lavoro individuale e alla ricerca, nonché il fatto che negli anni scolastici di svolgimento dei corsi, i docenti non usufruivano ancora di alcuna forma di riconoscimento economico a sostegno della formazione, è perfettamente comprensibile che la gran parte dei corsisti siano della medesima regione ove si trova la sede dell'Accademia;
   essendo stata respinta la richiesta con parere di non ammissibilità da parte del Comitato tecnico nazionale del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, non è possibile controbattere all'esclusione dall'accreditamento, se non ricorrendo alla giustizia amministrativa –:
   se non ritenga opportuno assumere iniziative per riconsiderare l'esclusione dell'Accademia musicale «G. Marziali» dall'accreditamento ex direttiva n. 170 del 21 marzo 2016, dovuta a quella che appare una errata interpretazione della direttiva medesima;
   se non ritenga opportuno procedere alle comunicazioni con gli enti accreditati tramite posta elettronica certificata. (4-16932)