• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/07633 PETRAGLIA, DE PETRIS, BOCCHINO - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che: il personale educativo sta attraversando un momento di grande incertezza...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-07633 presentata da ALESSIA PETRAGLIA
martedì 13 giugno 2017, seduta n.836

PETRAGLIA, DE PETRIS, BOCCHINO - Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca - Premesso che:

il personale educativo sta attraversando un momento di grande incertezza per il proprio futuro, pur essendo i convitti degli ambienti educativi, che hanno la funzione di garantire la vita democratica del Paese. Gli educatori rappresentano una nicchia fondamentale per il sistema di istruzione italiano;

sussiste una carenza di organico: dal 2008 esso è stato tagliato in modo tale che da 2.451 educatori si è passati a 2.255 del biennio 2015-2016 (9,2 per cento in meno) mentre, dal 2012 al 2016, gli alunni sono aumentati di 3.048 unità (da 31.610 a 34.658);

la legge 13 luglio 2015, n. 107, non ha previsto alcuna quota aggiuntiva di personale con un organico potenziato;

considerato che gli educatori si trovano spesso a sostenere situazioni di disagio sociale e anche problematiche legate alla disabilità. Questo purtroppo non viene individuato come un parametro di complessità per l'assegnazione di maggiori quote di organico;

considerato inoltre che l'organico spesso non è adeguato a garantire la ripartizione della turnazione notturna e festiva e il personale è soggetto a importanti forme di flessibilità, tenuto conto anche del fatto che nel fine settimana il convitto deve continuare a garantire il servizio per esigenze di residenzialità dei ragazzi,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo non intenda formalizzare anche per gli educatori un organico funzionale e se non voglia procedere alla stabilizzazione del personale precario, seguendo la normativa europea, attraverso un piano di assunzioni che elimini radicalmente il precariato;

se non ritenga altresì di definire un sistema di reclutamento accanto ad una contestuale ridefinizione dei titoli di accesso.

(4-07633)