• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/02853/112/ ... esaminato il decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/2853/112/05 presentato da CARLO LUCHERINI
martedì 13 giugno 2017, seduta n. 753

Il Senato,
esaminato il decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo (A.S. 2853),
premesso che:
l'articolo 57-bis del decreto-legge in esame interviene sul sistema di vendita e distribuzione della stampa quotidiana e periodica, apportando alcune modifiche alla disciplina recata dal decreto legislativo n. 170 del 2001;
gran parte delle previsioni introdotte disciplinano alcuni degli ambiti oggetto della delega recata dall'articolo 2, comma 2, lettera l) della legge n. 198 del 2016, per la quale i termini di esercizio sono scaduti;
resta confermata l'attuale articolazione del sistema sul territorio nazionale in punti vendita esclusivi, che sono tenuti alla vendita generale di quotidiani e periodici, e punti vendita non esclusivi, che possono vendere, a determinate condizioni, quotidiani e periodici, in aggiunta ad altre merci;
durante l'esame presso la Camera dei deputati è stata introdotta una modifica, che, ponendosi in linea di continuità con l'articolo 5, comma 1, del decreto legislativo n. 170 del 2001, riguardante la disciplina dei rapporti tra distributori e rivenditori di prodotti editoriali, prevede che le imprese di distribuzione debbono garantire a tutti i rivenditori l'accesso alle forniture a parità di condizioni economiche e commerciali;
la fornitura di quotidiani e di periodici non può essere condizionata a servizi, costi o prestazioni aggiuntive a carico del rivenditore e ai punti vendita devono essere garantite forniture adeguate, per tipologia e per quantitativi, a soddisfare le esigenze dell'utenza del territorio;
considerato che:
i punti vendita non esclusivi hanno la facoltà di vendere prodotti editoriali, in aggiunta ad altre merci, diversamente dai punti vendita esclusivi;
il suddetto provvedimento, nella parte in cui disciplina il sistema di vendita e distribuzione della stampa, intende garantire, a salvaguardia dei motivi imperativi di interesse generale connessi alla promozione dell'informazione e del pluralismo informativo, una presenza capillare ed equilibrata dei punti vendita sul territorio nazionale, anche nelle aree periferiche, tale da soddisfare la domanda del bacino di utenza. Ciò anche mediante la rimozione di quegli ostacoli che rendono più onerosa l'apertura di nuovi punti vendita, esclusivi e non esclusivi, la previsione di regolamentare la liberalizzazione degli orari e dei periodi di chiusura dei punti vendita, nonché mediante la previsione di accordi di fornitura tra i punti vendita esclusivi delle zone dove la fornitura della stampa quotidiana e periodica non è assicurata dagli ordinari canali di distribuzione, e gli esercizi commerciali che facciano richiesta di fornitura;
impegna il Governo:
a valutare l'opportunità di prevedere, nella disciplina dei rapporti tra imprese di distribuzione e punti vendita non esclusivi, disposizioni, anche di carattere normativa, finalizzate a supportare la distribuzione della stampa, con particolare riferimento verso quelle zone periferiche in cui l'attività di distribuzione dei prodotti dell'editoria potrebbe risultare difficilmente sostenibile per gli operatori del comparto.
(0/2853/112/5)
LUCHERINI