• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/11628    da oltre 15 anni i siciliani attendono la realizzazione dell'Ismep, il nuovo cento di eccellenza pediatrica;    al momento, a Palermo, quasi tutte le prestazioni pediatriche...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-11628presentato daDI VITA Giuliatesto diMercoledì 21 giugno 2017, seduta n. 818

   DI VITA e FUCCI. — Al Ministro della salute . — Per sapere – premesso che:
   da oltre 15 anni i siciliani attendono la realizzazione dell'Ismep, il nuovo cento di eccellenza pediatrica;
   al momento, a Palermo, quasi tutte le prestazioni pediatriche sono dirottate sull'ospedale Di Cristina, una struttura che non sarebbe attualmente in grado di garantire tutte le prestazioni previste dal polo di eccellenza;
   in proposito, in data 19 dicembre 2015, l'interrogante presentava alla Camera l'interrogazione n. 5-07265. Il Governo pro tempore rispondeva a tale atto, affermando che «allo stato attuale, appare impossibile che l'ISMEP possa essere funzionante già dal 2018, così come riportato sul sito istituzionale dell'ISMEP stesso»;
   con il D.A. 1364/16 l'assessore decide di riportare la cardiochirurgia a Palermo con competenza dell'Arnas di Palermo;
   con delibera 1208/2016 il direttore generale Giovanni Migliore istituisce l'Unità operativa complessa cardiochirurgia pediatrica all'interno del dipartimento funzionale ad intensità di cura – Ismep;
   il decreto, firmato il 31 marzo 2017 dall'assessore siciliano alla salute, «Riorganizzazione della rete ospedaliera ai sensi del decreto ministeriale 2 aprile 2015, n. 70», non presenta alcun cenno circa la presenza di un ospedale pediatrico differente dal polo ospedaliero G. Di Cristina dell'Azienda di rilievo nazionale ad alta specializzazione (Arnas) di Palermo. Il polo ospedaliero «G. Di Cristina», con la riorganizzazione prevista e con seguente atto aziendale, adottato con delibera n. 696 del 20 aprile 2017, risulta invece esser stato notevolmente potenziato;
   da una intervista al direttore alla radio «È-OK» del 3 maggio 2017 si apprende che la cardiochirurgia pediatrica sarà ubicata presso la struttura denominata ex-Marcelletti, anche questo in fase di ristrutturazione, presso l'ospedale civico e non presso l'Ismep;
   l'interrogante non comprende da cosa sia scaturita l'idea di realizzarla presso il Civico, un ospedale non pediatrico e come sia possibile che venga realizzata presso una struttura che ha ricevuto stanziamenti regionali per la realizzazione della struttura Guch –:
   di quali elementi disponga il Ministro interrogato, per quanto di competenza, circa le ragioni per le quali, nella vicenda descritta, non vi sia stata una coerente prosecuzione dei lavori di completamento del nuovo complesso facente capo al progetto Ismep già oggetto di un accordo di programma tra lo Stato e la regione Siciliana, in particolare, a fronte delle ingenti risorse pubbliche già stanziate per la realizzazione dell'opera, e se siano intervenute varianti al progetto originariamente previsto dall'accordo medesimo. (5-11628)