• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/11666    in data 14 dicembre 2016 è stata approvata la relazione di aggiornamento sulla situazione dei lavori di bonifica del sito di interesse nazionale Laghi di Mantova e polo chimico della...



Atto Camera

Interrogazione a risposta in commissione 5-11666presentato daZOLEZZI Albertotesto diMartedì 27 giugno 2017, seduta n. 821

   ZOLEZZI, BUSTO, DAGA, DE ROSA, MICILLO, TERZONI e VIGNAROLI. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:
   in data 14 dicembre 2016 è stata approvata la relazione di aggiornamento sulla situazione dei lavori di bonifica del sito di interesse nazionale Laghi di Mantova e polo chimico della Commissione parlamentare di inchiesta sulle attività illecite connesse al ciclo dei rifiuti e su illeciti ambientali ad esse correlati;
   è stata evidenziata la permanenza di notevoli criticità di tipo ambientale all'interno del sito (superamento dei limiti di legge del parametro pcdd/pcdf scarsamente solubile nell'area IES ex Belleli, presenza di benzene fino a 177.000 volte i limiti di legge);
   è stata riscontrata: la presenza di cloruro di vinile e benzene in piezometri ubicati oltre gli sbarramenti idraulici presenti nel polo chimico; si conferma la presenza di contaminazione di natura idrocarburica in alcuni piezometri e pozzi ubicati in area di proprietà Versalis lungo il canale diversivo che svolge un'azione di richiamo della falda, a causa della struttura drenante presente sotto l'alveo;
   questi dati confermano la persistenza di passaggio di sostanze inquinanti nell'ambiente esterno sito di interesse nazionale e in particolare nel fiume Mincio;
   l'elaborazione dei livelli di falda misurati durante la campagna acque 2015 ha messo in evidenza l'elevata influenza esercitata dai corsi d'acqua superficiali, ed in particolare il fiume Mincio, il canale Sisma e il canale Diversivo:
    il fiume Mincio costituisce l'elemento idrografico più importante alla cui quota la falda tende a livellarsi e stare in equilibrio; il Mincio e le aree umide ad esso collegate costituiscono di fatto il bersaglio ultimo della contaminazione presente nel polo chimico;
    il canale Sisma non dovrebbe oggi rappresentare un bersaglio della contaminazione;
    il canale Diversivo esercita, invece, un'importante azione drenante nei confronti della falda anche in sponda destra, lato petrolchimico, a causa delle caratteristiche costruttive che vedono sotto l'alveo lastricato in cemento uno spessore di circa 3 metri di ciottoli di grandi dimensioni finalizzato ad evitare le sottopressioni idrauliche; il Diversivo costituisce di fatto un bersaglio della contaminazione;
   il flusso di falda verso il canale Diversivo stato confermato anche dal modello matematico predisposto da Versalis per lo stabilimento Eni, secondo cui nei periodi dell'anno in cui il livello idrico del canale Diversivo viene mantenuto basso può verificarsi un flusso dall'interno dello stabilimento verso il canale; la fascia interessata sarebbe, secondo il modello predisposto da Versalis, limitata ad un buffer di circa 100 metri dal canale. I risultati della Campagna acque 2015 indicano, però, che le acque sotterranee in questa fascia sono contaminate da idrocarburi, composti organici aromatici e solventi clorurati. Inoltre, secondo le elaborazioni sulla profondità della falda effettuata da Arpa utilizzando anche i livelli freatimetrici misurati in aree esterne allo stabilimento Eni, sembrerebbe che il richiamo del canale Diversivo sia più esteso ed arrivi fino alle aree poste più a nord (Industria Colori Freddi, deposito nazionale IES, Itas, Sogefi, Enipower);
   pertanto, tenuto conto che la società Versalis svolge un costante monitoraggio idrologico ed idrogeologico, nella relazione viene ribadita la necessità che Versalis calcoli la portata e l'altezza idrica minima del canale Diversivo necessaria ad evitare che si instauri l'azione drenante e siano invece preponderanti i meccanismi di alimentazione della falda –:
   se i Ministri interrogati abbiano acquisito i dati idrogeologici raccolti da Versalis e intendano interfacciarsi con l'Aipo per ottenere la garanzia della portata e dell'altezza idrica minima del canale Diversivo necessaria ad evitare che si instauri l'azione drenante e siano invece preponderanti i meccanismi di alimentazione della falda;
   se i Ministri interrogati intendano adoperarsi per bloccare il passaggio di contaminanti fuori dal sito di interesse nazionale di Mantova, in particolare attraverso il canale Diversivo. (5-11666)