• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04565-A/008    premesso che:     le vicende succedutesi alle crisi della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca hanno evidenziato alcuni vulnus presenti nella legislazione in...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04565-A/008presentato daD'ARIENZO Vincenzotesto diMercoledì 12 luglio 2017, seduta n. 832

   La Camera,
   premesso che:
    le vicende succedutesi alle crisi della Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca hanno evidenziato alcuni vulnus presenti nella legislazione in vigore;
    nonostante l'importante stato di crisi, tale da obbligarne successivamente il salvataggio pubblico:
     a) sono stati corrisposti importanti e lauti benefit in uscita,
     b) nella fase iniziale, è stato vano il tentativo di esercitare, quindi con immediatezza, l'azione di responsabilità nei confronti dei responsabili,
     c) si è verificato il caso della cessione del patrimonio da parte di uno dei responsabili in modo di eludere la rivalsa dei risarcimenti;
    per quanto verificatosi, si ritiene necessario impedire in futuro situazioni analoghe in qualsiasi altro istituto bancario,

impegna il Governo

a valutare la possibilità di:
   1) avviare la modifica dell'articolo 2393 del codice civile prevedendo che in caso di grave inosservanza dei doveri imposti dalla legge e di dichiarazione di fallimento o di avvio delle procedure di risoluzione di cui al decreto legislativo n. 180 del 2015:
    a) l'assemblea dei soci può deliberare, contestualmente all'azione di responsabilità, il disconoscimento dell'eventuale trattamento di fine mandato spettante all'amministratore, comunque denominato,
    b) la società può rinunziare all'esercizio dell'azione di responsabilità e può transigere purché la rinunzia e la transazione siano approvate con espressa deliberazione dell'assemblea con la maggioranza dei due terzi dell'assemblea e purché non vi sia il voto contrario di una minoranza di soci che rappresenti almeno il decimo del capitale sociale,
   2) avviare la modifica del secondo comma dell'articolo 2641 del codice civile in modo che la confisca per equivalente sia estesa ai beni dei quali il reo ha la disponibilità, anche per interposta persona.
9/4565-A/8. D'Arienzo, Sbrollini, Crivellari, Rostellato, Casellato, De Menech, Zan, Zardini.