• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/03877 LUCIDI, BERTOROTTA, CAPPELLETTI, BLUNDO, GIARRUSSO, SANTANGELO, PUGLIA, SERRA, COTTI - Al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale - Premesso che: in Qatar,...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-03877 presentata da STEFANO LUCIDI
giovedì 13 luglio 2017, seduta n.858

LUCIDI, BERTOROTTA, CAPPELLETTI, BLUNDO, GIARRUSSO, SANTANGELO, PUGLIA, SERRA, COTTI - Al Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale - Premesso che:

in Qatar, presso la capitale Doha, dal giugno 2013 ha sede una rappresentanza politica ufficiale dei taliban afghani, frutto di un accordo del quale si sono occupati anche gli Stati Uniti ed alcuni Paesi europei, con lo scopo di agevolare le trattative tra l'Alto consiglio di Pace e le forze ufficiali dei taliban;

tale sede è utilizzata come ufficio strategico da esponenti dei talebani, che si recano in questa rappresentanza per impostare dialoghi con lo stesso Governo afghano e con i Governi della comunità internazionale, e la medesima opportunità si manifesta per i Governi intesi ad intavolare discussioni volte alla pacificazione del territorio afghano;

considerato che:

gli avvenimenti che si susseguono in questi giorni riguardanti lo Stato del Qatar, oggetto della volontà dei Paesi del golfo dell'imposizione di un embargo, che prevede tra l'altro la chiusura di "Al Jazeera", della base militare di Doha e la riduzione dei rapporti con l'Iran, hanno determinato un inasprimento delle tensioni fra il Paese stesso ed altri Paesi del golfo, come l'Arabia saudita, iniziando ad assumere un certo rilievo anche in ambito internazionale;

lo stesso Ministro in indirizzo, Angelino Alfano, al termine dell'incontro avvenuto il 4 luglio 2017 alla Farnesina con il segretario generale della Lega araba, Abul-Gheit, prefigurava un appoggio dell'Italia ad un confronto diplomatico, affinché la crisi del Qatar venga risolta all'interno del Consiglio di cooperazione del golfo,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti, in particolare alla luce delle problematiche e delle tensioni in continuo cambiamento che vedono protagonista lo Stato del Qatar;

quali attività siano state effettivamente svolte dalla rappresentanza politica ufficiale dei taliban afghani e come le giudichi;

quale sia la posizione politica italiana rispetto alla circostanza di un possibile spostamento dell'ufficio di rappresentanza politica ufficiale dei taliban afghani.

(3-03877)