• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/17358    il sistema di istruzione e formazione professionale (IeFP) si articola in una vasta gamma di indirizzi e di percorsi che sono realizzati da strutture formative accreditate dalle...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-17358presentato daVEZZALI Maria Valentinatesto diMartedì 18 luglio 2017, seduta n. 836

   VEZZALI. — Al Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali, al Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione . — Per sapere – premesso che:
   il sistema di istruzione e formazione professionale (IeFP) si articola in una vasta gamma di indirizzi e di percorsi che sono realizzati da strutture formative accreditate dalle regioni;
   dalla circolare n. 20 del 7 giugno 2017, emanata dall'assessorato dell'istruzione e della formazione professionale – dipartimento dell'istruzione e della formazione professionale della regione siciliana, si evince che ai minori siciliani iscritti al primo anno dei percorsi triennali di IeFP per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione non viene garantita la prosecuzione al secondo anno di IeFp se non rientrano nei 78 percorsi autorizzati per il 2017/2018; essi vengono quindi costretti a iscriversi presso le istituzioni scolastiche statali;
   ai minori siciliani iscritti al secondo anno dei percorsi triennali di IeFP per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione, non viene garantita la prosecuzione al terzo anno di IeFp se non rientrano nei 50 percorsi autorizzati per il 2017/2018; essi sono quindi costretti a iscriversi presso le istituzioni scolastiche statali;
   ai minori siciliani iscritti al terzo anno dei percorsi triennali di IeFP per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione, non viene garantita la prosecuzione al quarto anno di IeFp se non rientrano nei 20 percorsi autorizzati per il 2017/2018; essi sono pertanto costretti a iscriversi presso le istituzioni scolastiche statali;
   ai minori siciliani che hanno chiesto l'iscrizione al primo anno dei percorsi triennali di IeFP per l'assolvimento dell'obbligo di istruzione, non viene garantita l'iscrizione al primo anno di IeFp se non rientrano nei 90 percorsi autorizzati per il 2017/2018; essi sono dunque costretti a iscriversi presso le istituzioni scolastiche statali;
   c’è il rischio che da settembre 2017 in Sicilia, a migliaia di ragazzi sarà negato il diritto di scelta dei percorsi di IeFP con la conseguenza che le famiglie di questi allievi dei percorsi di IeFP non autorizzati, saranno costrette a ricorrere all'iscrizione dei loro figli presso le istituzioni scolastiche statali;
   il diritto di scelta tra i percorsi della IeFP e quelli delle istituzioni scolastiche, è sancito dalla legge in attuazione del diritto costituzionale all'istruzione (articolo 33);
   in particolare, va richiamato il «principio generale sull'istruzione» – che vale anche per le regioni ad autonomia speciale – stabilito nell'articolo 2, comma 1, del decreto legislativo n. 61 del 2017, ove si afferma espressamente il diritto degli studenti, al termine del primo ciclo di istruzione, di scegliere tra i percorsi della IeFP e quelli delle istituzioni scolastiche;
   l'iniziativa assunta all'assessorato all'istruzione e alla formazione professionale della regione siciliana non appare conforme ai princìpi generali stabiliti nell'articolo 2, comma 1, del decreto legislativo n. 61 del 2017 –:
   di quali elementi disponga il Governo in relazione a quanto esposto in premessa e se intenda assumere le iniziative di competenza, anche di carattere normativo e nelle sedi di concertazione con le regioni, per garantire non solo l'assolvimento degli obblighi di istruzione dei giovani interessati ma anche la libertà di scelta dei percorsi scolastici, evitando che possano determinarsi criticità come quelle sopra segnalate. (4-17358)