• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04595/019    premesso che:     il decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, che ha reso obbligatori i vaccini al fine di garantire condizioni soddisfacenti in termini di copertura e sicurezza...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04595/019presentato daGEBHARD Renatetesto diVenerdì 28 luglio 2017, seduta n. 844

   La Camera,
   premesso che:
    il decreto-legge 7 giugno 2017, n. 73, che ha reso obbligatori i vaccini al fine di garantire condizioni soddisfacenti in termini di copertura e sicurezza epidemiologica, prevede la presentazione di idonea documentazione comprovante l'effettuazione delle vaccinazioni quale requisito per l'iscrizione alle scuole dell'infanzia e ai servizi educativi per l'infanzia;
    con riguardo agli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019 saranno i responsabili delle scuole dell'infanzia e dei servizi educativi per l'infanzia a richiedere la documentazione vaccinale ai genitori o tutori o affidatari, che dovranno presentarla entro il 10 settembre, oppure potranno presentare una dichiarazione sostitutiva o la richiesta delle vaccinazioni effettuata all'azienda sanitaria locale, per le quali decorreranno altri termini;
    in mancanza di presentazione della necessaria documentazione vaccinale entro i termini indicati dall'articolo 3 del decreto-legge, i responsabili delle scuole dell'infanzia e dei servizi educativi per l'infanzia dovranno fare la segnalazione all'azienda sanitaria locale che provvederà all'irrogazione di una sanzione da un minimo di cento fino ad un massimo di cinquecento euro, qualora i genitori o i tutori o gli affidatari continuino ad essere inottemperanti, nonostante il colloquio informativo e di sollecito alle vaccinazioni;
    a decorrere dall'anno scolastico 2019/2020, invece, saranno le aziende sanitarie locali ad effettuare le verifiche sulla base delle liste degli iscritti alla scuola, fornite dai responsabili delle scuole dell'infanzia e dei servizi educativi per l'infanzia, ai quali verrà poi comunicato l'elenco dei bambini non in regola con le vaccinazioni per i quali dovranno essere contattati i genitori o i tutori o gli affidatari e, in caso di inottemperanza, i sopracitati responsabili dovranno comunicare alle ASL i nominativi per i conseguenti provvedimenti di competenza e per l'irrogazione delle sanzioni,

impegna il Governo

a valutare gli effetti applicativi delle norme richiamate in premessa, al fine di adottare ulteriori iniziative normative volte a considerare i termini stabiliti dall'articolo 3 del decreto-legge n. 73 del 2017 come non tassativi, soprattutto con riguardo al requisito dell'obbligo vaccinale per l'iscrizione all'anno scolastico 2017/2018 per le scuole dell'infanzia e per i servizi educativi per l'infanzia, dal momento che potrebbero esserci bambini che dovranno effettuare tutti e dieci i vaccini resi obbligatori a decorrere da questo anno scolastico e che, al fine di tutelare la loro salute, dovranno necessariamente rispettare tempi congrui tra l'effettuazione di un vaccino e quello successivo, nonché per i relativi richiami.
9/4595/19. Gebhard, Alfreider, Plangger, Schullian, Palese.