• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/17766 (4-17766)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-17766presentato daPOLVERINI Renatatesto diMercoledì 13 settembre 2017, seduta n. 849

   POLVERINI. — Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. — Per sapere – premesso che:

   secondo quanto risulta all'interrogante, in data 8 gennaio 2014 è stata costituita una rappresentanza sindacale aziendale presso una azienda del settore della carta e della stampa di Trieste, con più di 15 dipendenti, composta da un singolo elemento in qualità di dirigente sindacale e che rappresenta il terminale associativo ai sensi della legge n. 300 del 1970. Questa è stata successivamente rinnovata in data 9 dicembre 2016;

   dalle informazioni acquisite, sembra che presso la medesima azienda non siano presenti altre rappresentanze sindacali aziendali di altre organizzazioni sindacali e che non sia stata costituita alcuna rappresentanza sindacale unitaria;

   in data 18-19 settembre 2014 la medesima azienda ha proceduto alle elezioni del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza senza tenere conto della presenza della attuale rappresentanza sindacale aziendale;

   il precedente rappresentante dei lavoratori per la sicurezza in carica, fino alla data del 18-19 settembre 2014, era l'attuale rappresentante sindacale della rappresentanza sindacale aziendale costituita presso l'azienda;

   va tenuto conto della normativa vigente in tema di tutela della salute e di sicurezza sui luoghi di lavoro di cui all'articolo 47, commi 3 e 4, del decreto legislativo n. 81 del 2008 e successive modificazioni ed integrazioni, nonché delle altre prescrizioni contenute all'interno dell'accordo interconfederale 22 giugno 1995, in materia di igiene e sicurezza sul lavoro, e dell'interpello al Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 20/2014 e successive precisazioni;

   il comma 1 dell'articolo 12 del decreto legislativo n. 81 del 2008 e successive modificazioni ed integrazioni, stabilisce che «Gli organismi associativi a rilevanza nazionale degli enti territoriali e gli enti pubblici nazionali, nonché, di propria iniziativa o su segnalazione dei propri iscritti, le organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale e i consigli nazionali degli ordini o collegi professionali, possono inoltrare alla Commissione per gli interpelli (...), quesiti di ordine generale sull'applicazione della normativa in materia di salute e sicurezza del lavoro» –:

   se il Ministro interrogato intenda chiarire i termini della vicenda esposta in premessa con particolare riferimento all'ipotesi in cui, in presenza di una rappresentanza sindacale aziendale costituita da un singolo elemento, all'interno di un'azienda non vi siano altre forme di rappresentanza sindacale costituita, così come previsto dall'articolo 19 della legge n. 300 del 1970, se si debba procedere ad elezioni tra i lavoratori, anche non appartenenti alle rappresentanze sindacali aziendali, ovvero, se si debba procedere alla nomina del singolo rappresentante sindacale aziendale senza ricorrere alle elezioni;

   se in presenza di una rappresentanza sindacale aziendale costituita, l'azienda/datore di lavoro abbia il potere di organizzare le elezioni del rappresentante sindacale per la sicurezza.
(4-17766)