• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.3/03208    il tratto della strada statale 106 «Jonica» nel territorio di Nova Siri, ammodernato e raddoppiato, è stato inaugurato nel 2014, ed è costato 88 milioni di euro, di cui 66 a base di...



Atto Camera

Interrogazione a risposta orale 3-03208presentato daLATRONICO Cosimotesto diMartedì 12 settembre 2017, seduta n. 848

   LATRONICO. — Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti . — Per sapere – premesso che:
   il tratto della strada statale 106 «Jonica» nel territorio di Nova Siri, ammodernato e raddoppiato, è stato inaugurato nel 2014, ed è costato 88 milioni di euro, di cui 66 a base di gara;
   su tale tratto, moderno e confortevole, che insiste sul nuovo cavalcavia nei pressi dello svincolo per Nova Siri, è stato imposto un limite di velocità di 50 chilometri all'ora in entrambe le direzioni di marcia, in buona sostanza addirittura inferiore a quello vigente sulla strada prima delle migliorie, quando la carreggiata era a due corsie;
   se è pur vero che l'automobilista va in qualche modo riportato nell'alveo della disciplina, il costringerlo a mantenere una velocità non superiore a cinquanta chilometri orari nel tratto segnalato pare eccessivo;
   l'imposizione di limiti di velocità non giustificati dalle reali necessità, come la cronaca di questi anni dimostra, sembra sempre più mirato a penalizzare i cittadini e a costituire sicura fonte di entrate per le amministrazioni locali, allontanandosi dall'obiettivo iniziale di garantire la sicurezza stradale;
   non si intende minimizzare o derubricare la questione della sicurezza stradale ma, trattandosi di un tratto stradale nuovo, per il quale sono stati spesi milioni di euro per rendere più moderna, efficace e sicura l'infrastruttura non si comprende il perché di un limite così basso per una strada a scorrimento veloce;
   questo tema dei limiti di velocità sulla strada statale 106 si estende a tutta la tratta viaria che collega Taranto a Sibari e si aggiunge alla numerosa presenza di rilevatori di velocità posizionati dai comuni lungo l'arteria in modo sproporzionato e con l'esplicito obiettivo di elevare multe e contravvenzioni a carico degli automobilisti –:
   se il Ministro interrogato sia a conoscenza di quanto riportato in premessa e quali iniziative, nell'ambito delle proprie competenze, intenda assumere per chiedere chiarimenti all'Anas, anche al fine di verificare quali eventuali esigenze di sicurezza abbiano suggerito di adottare gli attuali limiti di velocità lungo la strada statale 106 e quale autorizzazione sia stata data per l'installazione di numerosi rilevatori di velocità da parte dei comuni della casta ionica. (3-03208)