• Testo DDL 1375

link alla fonte  |  scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.1375 Modifiche alla legge 20 dicembre 2012, n. 238, per il sostegno e la valorizzazione del Festival Verdi di Parma e Busseto
approvato con il nuovo titolo
"Modifica alla legge 20 dicembre 2012, n. 238, per il sostegno e la valorizzazione del Festival Verdi di Parma e Busseto e del Roma Europa Festival"


Senato della RepubblicaXVII LEGISLATURA
N. 1375
DISEGNO DI LEGGE
d'iniziativa dei senatori PAGLIARI, ZANDA e MUSSINI

COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 7 MARZO 2014

Modifiche alla legge 20 dicembre 2012, n. 238, per il sostegno e la valorizzazione del Festival Verdi di Parma e Busseto

Onorevoli Senatori. -- Il 2013 è stato l'anno del secondo centenario della nascita di Giuseppe Verdi; egli è infatti nato a le Roncole (oggi Roncole Verdi) frazione di Busseto, in provincia di Parma, il 10 ottobre 1813. Con la legge 12 novembre 2012, n. 206, il Parlamento ha voluto celebrare la figura del Maestro dichiarando il 2013 «anno verdiano», riconoscendo i luoghi nei quali sono conservate importanti memorie della sua vita e della sua opera di interesse particolarmente importante ai sensi e per gli effetti dell'articolo 10, comma 3, lettera d), del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e stanziando un contributo straordinario di 6,5 milioni di euro per interventi di promozione, ricerca, salvaguardia e diffusione della conoscenza della vita, dell'opera e del luoghi legati alla figura di Giuseppe Verdi. Le celebrazioni per il bicentenario hanno richiamato a Parma, nei luoghi verdiani, in Italia e nel mondo una crescente attenzione alla figura del Maestro di Busseto; attenzione che è doveroso mantenere viva una volta terminate le celebrazioni.

A questo fine, la presente proposta di legge intende riconoscere alla Fondazione Teatro Regio di Parma, per la realizzazione del Festival Verdi, un contributo annuale di importo pari a quello che la legge 20 dicembre 2012, n. 238, ha riconosciuto ad altri festival musicali ed operistici italiani di assoluto prestigio internazionale.

Il Festival Verdi nasce nella seconda metà degli anni Ottanta ed ha avuto luogo fino al 1993, per poi essere reintrodotto nel 2001 in occasione delle Celebrazioni nazionali del centenario verdiano (Giuseppe Verdi è morto a Milano il 27 gennaio 1901) e proposto annualmente nel periodo tardo-primaverile; dal 2007 ha avuto luogo in ottobre.

Il Festival è promosso e organizzato dalla Fondazione Teatro Regio di Parma, capace di estendere l'attività produttiva anche al teatro Verdi di Busseto, con una consolidata visibilità in grado di esercitare un forte richiamo internazionale. Il Festival si svolge con cadenza annuale nel periodo ottobre-novembre e comprende rappresentazioni liriche, concerti sinfonici, lirico-corali e cameristici, iniziative congressuali, attività di ricerca e formazione che coinvolgono numerose altre istituzioni pubbliche e private, tra le quali l'Istituto nazionale di studi verdiani.

Con il presente disegno di legge si intende quindi proporre l'erogazione di un contributo finanziario annuo, a decorrere dal 2014, di 5 milioni di euro a favore della Fondazione Teatro Regio per l'organizzazione del Festival Verdi di Parma e Busseto affinché lo stesso possa svilupparsi in modo comparabile ad altri festival musicali di rilievo nazionale ed internazionale.

DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

1. Alla legge 20 dicembre 2012, n. 238, sono apportate le seguenti modificazioni:

a) all’articolo 2, comma 1, dopo le parole: «e della Fondazione Festival Pucciniano Torre del Lago» sono aggiunte, in fine, le seguenti: «nonché, a decorrere dal 2014, a favore della Fondazione Teatro Regio di Parma per la realizzazione del Festival Verdi di Parma e Busseto»;

b) all'articolo 3, comma 1, dopo le parole: «a decorrere dal 2013» sono inserite le seguenti: «e a 5 milioni di euro a decorrere dal 2014».

Art. 2.

1. All’onere derivante dall'attuazione della presente legge, pari a 5 milioni di euro annui, a decorrere dall’anno 2014, si provvede mediante riduzione dell’autorizzazione di spesa relativa al Fondo unico per lo spettacolo di cui all’articolo 1 della legge 30 aprile 1985, n. 163, come da ultimo rideterminata dalla tabella C della legge 27 dicembre 2013, n. 147.

Art. 3.

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.