• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/12300 (5-12300)



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-12300presentato daPALMIERI Antoniotesto diMercoledì 27 settembre 2017, seduta n. 859

   PALMIERI e POLVERINI. — Al Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo. — Per sapere – premesso che:

   la stampa ha più volte richiamato l'attenzione sulle condizioni di degrado in cui versano alcuni siti culturali di Napoli e sul mancato rispetto da parte delle istituzioni preposte delle norme di tutela e controllo del patrimonio monumentale della città;

   è nota la vicenda della costruzione di un manufatto nella villa comunale a servizio della costruenda metropolitana, così come quella delle autorizzazioni rilasciate dalla soprintendenza per la costruzione di un torrino in cemento armato di cui hanno chiesto la demolizione alcune associazioni di tutela del territorio, così come il presidente della I municipalità;

   in seguito ai lavori di pavimentazione di alcune strade del centro storico è stata aperta un'inchiesta sui basoli grazie all'intervento di associazioni del territorio che dopo aver chiesto, invano, l'intervento della soprintendenza, del sindaco e dell'assessore competente, si sono rivolte ai carabinieri del nucleo tutela, affinché verificassero la correttezza della gara e della qualità del materiale utilizzato;

   la vicenda più recente riguarda la condizione di degrado di Palazzo reale, nei cui androni persistono la presenza e l'esposizione di rifiuti, sotto gli occhi dei turisti e dei lavoratori che, giornalmente, operano al suo interno;

   all'interno di un sito culturale simbolo della città è di fatto presente una discarica: numerosi bidoni colmi di sporcizia che, nei giorni di vento, danno vita ad una situazione igienico-sanitaria della zona estremamente grave;

   le associazioni del territorio hanno chiesto al Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo l'urgente avvicendamento del soprintendente Luciano Garella i cui rapporti con le istituzioni locali, con gli enti preposti alla gestione del territorio e con le associazioni sono risultati difficili sin dall'inizio del mandato e hanno portato anche a manifestazioni pubbliche di dissenso;

   l'organizzazione sindacale «Fsi-Usae beni culturali», con nota del 19 settembre 2017 al Ministro interrogato, ha chiesto «l'immediata risoluzione del problema igienico-sanitario» evidenziando che, giornalmente, all'interno del Palazzo reale, transitano numerosi dipendenti del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo;

   ancora nei giorni scorsi veniva rimarcato il persistere della situazione di serio degrado all'interno del Palazzo reale e delle critiche condizioni igienico-sanitarie in cui operano quotidianamente i lavoratori –:

   quali urgenti iniziative intenda adottare il Ministro interrogato per risolvere l'emergenza, compresa la revoca dell'incarico al soprintendente Luciano Garella, e per far sì che Napoli non salga ancora una volta agli onori della cronaca per il degrado e la spazzatura e non per la sua incommensurabile bellezza.
(5-12300)