• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/08169 VICECONTE - Ai Ministri dell'economia e delle finanze, dello sviluppo economico e dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare - Premesso che: come è noto l'azienda romana...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08169 presentata da GUIDO VICECONTE
mercoledì 4 ottobre 2017, seduta n.889

VICECONTE - Ai Ministri dell'economia e delle finanze, dello sviluppo economico e dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare - Premesso che:

come è noto l'azienda romana Acea ATO 2 si occupa della gestione e distribuzione dell'acqua potabile a volte, secondo l'interrogante, con risultati mediocri ed a volte pessimi, in quanto carente nella manutenzione e nella riparazione delle reti idriche, nella tempistica biblica degli allacci delle nuove utenze, nelle errate letture, che comportano un anticipo in conto fatturazione al cittadino, molto oneroso e di difficile recupero se inesatto, come d'uso;

il tutto è corredato da una serie di valutazioni autonome della società nell'ambito della fatturazione, che non hanno alcuna norma di riferimento e che, in periodi di necessarie economie familiari, suonano come abusi del più forte nei confronti di chi è indifeso, utilizzando, inoltre, uno spudorato "libero arbitrio" tipico a parere dell'interrogante delle monarchie autoritarie e non di un'azienda di servizi al cittadino;

considerato che, a giudizio dell'interrogante:

Acea ATO 2 palesemente approfitta del suo stato di soggetto dominante nell'ambito della gestione e distribuzione dell'acqua, a danno degli utenti;

non ha mai fornito risposte, né soddisfacenti, né tempestive alle lamentele degli utenti, né ha dato riscontri positivi ai numerosi tavoli tenuti con varie associazioni di consumatori ed alle multe dell'autority;

continua imperterrita a procedere con fatturazioni fantasiose, a danno degli utenti, con possibilità di recupero delle somme da parte loro pari quasi a zero;

ha aumentato le proprie fatturazioni annue in numero esponenziale e confusionario, che falserebbero il bilancio di qualsiasi famiglia, società o ente utente del servizio;

talvolta procede a recuperi tariffari retroattivi di somme con le più svariate motivazioni, raramente realistiche;

spesso intima recuperi coattivi e distacchi ad utenti a credito;

la scarsa manutenzione delle linee di distribuzione causa, inoltre, perdite importanti che nell'area abitativa producono inevitabilmente un movimento del terreno di giacitura degli immobili ed agli utenti un aggravio di spesa,

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza della situazione descritta e quali accertamenti o provvedimenti intendano adottare, con la massima urgenza, al fine di eliminare quanto prima lo stato di disagio, abuso e irrazionale coartazione che viene perpetrato sugli utenti di Acea ATO 2;

se non ritengano di attivarsi presso i vertici di Acea ATO 2 che non sembrano attualmente in grado di gestire l'odierna situazione degenerativa del servizio;

se non intendano sollecitare la società affinché si doti di linee guida e procedurali che facciano ritornare alla normalità la società di gestione e distribuzione acqua della capitale e rendano agli utenti un servizio efficiente, trasparente e razionale.

(4-08169)