• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/08303 DAVICO - Ai Ministri dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che, a quanto risulta all'interrogante: la "Burgo group" è un gruppo cartario che ha la...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08303 presentata da MICHELINO DAVICO
mercoledì 25 ottobre 2017, seduta n.905

DAVICO - Ai Ministri dello sviluppo economico e del lavoro e delle politiche sociali - Premesso che, a quanto risulta all'interrogante:

la "Burgo group" è un gruppo cartario che ha la sua sede storica a Verzuolo (Cuneo) dal 1905, rappresentando un importante motore economico per la provincia di Cuneo;

lo scorso 2 ottobre 2017 la società ha chiuso una linea produttiva (la numero 8, discontinua, che produce carta patinata) attivando 143 procedure di licenziamento con un temibile impatto sui lavoratori, sull'economia di Verzuolo e su centinaia di nuclei familiari;

il 23 ottobre si è svolto a Verzuolo un Consiglio comunale aperto, che ha deliberato di chiedere con forza il supporto delle istituzioni che rappresentano quel territorio;

la stessa azienda, come si apprende da notizie di stampa, ha preannunciato ulteriori licenziamenti nell'unità di Duino (Trieste), già interessata da provvedimenti di "solidarietà", qualora non ci fossero manifestazioni di interesse da parte di altri soggetti che intendano riconvertire quelle produzioni, come era in programma all'indomani degli incontri al Ministero dello sviluppo economico del 9 giugno e del 27 luglio 2017, nel corso dei quali si era raccolta la volontà della cartiera di Ferrara e della Regione Friuli-Venezia Giulia di intervenire nella riconversione produttiva,

si chiede di sapere:

se i Ministri in indirizzo non intendano: sostenere il progetto che emergerà dal "tavolo regionale di crisi"; istituire un tavolo nazionale di confronto con l'azienda Burgo e le rappresentanze sindacali, al fine di arrivare alla dichiarazione di uno "stato di crisi del settore"; promuovere azioni volte ad elaborare un piano di intervento volto ad escludere i licenziamenti e a prevedere degli adeguati ammortizzatori sociali per ognuno dei lavoratori coinvolti;

nel caso in cui non si riescano ad evitare i licenziamenti dei lavoratori, se non intendano assumere iniziative volte a prevedere un piano di ricollocamento per ognuno dei dipendenti licenziati.

(4-08303)