• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/05085 la vicenda dell'aeroporto «Gino Lisa» di Foggia sul quale l'interrogante ha presentato un'interrogazione a risposta immediata in data 28 maggio 2014, sembrerebbe aver preso una piega...



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-05085presentato daDI GIOIA Lellotesto diMartedì 10 giugno 2014, seduta n. 242

DI GIOIA. — Al Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti. — Per sapere – premesso che:
la vicenda dell'aeroporto «Gino Lisa» di Foggia sul quale l'interrogante ha presentato un'interrogazione a risposta immediata in data 28 maggio 2014, sembrerebbe aver preso una piega totalmente negativa;
come è noto la commissione tecnica VIA-VAS del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare è attualmente impegnata nella stesura dell'istruttoria tecnica relativa alla procedura di valutazione di impatto ambientale e non è ancora pervenuto il dovuto parere da parte del Ministero dei beni e delle attività culturali e del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare;
da notizie assunte direttamente dall'interrogante il parere in oggetto sembrerebbe essere negativo con la conseguenza che un'opera strategica per il territorio della provincia di Foggia, attesa da anni e per anni rinviata con un motivo o con un altro, rischierebbe di essere definitivamente affondata con le relative ripercussione negative per l'economia locale;
in questo modo l'arretratezza delle infrastrutture di mobilità che, da sempre, rappresenta un pesante handicap con il quale questo territorio deve fare i conti continuerà a impedire agli operatori economici di poter competere, ad armi pari, con altre realtà produttive del Paese;
la dinamica dei ritardi che si sono accumulati negli anni sembrerebbe dimostrare una volontà politica tesa ad impedire il rilancio del territorio e certo non passerà in silenzio questa ennesima prova di scarsa sensibilità nei confronti di un realtà sociale che cerca in tutti i modi di sottrarsi agli effetti della crisi economica ma che si vede sempre più ignorata dalle decisioni che vengono assunte in sede nazionale –:
se corrispondano al vero le informazioni, assunte dall'interrogante, sul possibile parere negativo della Commissione tecnica VIA-VAS del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e come, nel caso, si intenda agire al fine di non lasciare inevase le giuste aspettative delle popolazioni e delle forze produttive del territorio che puntavano su quest'opera per rilanciare un'economia strutturalmente depressa soprattutto a causa della cronica mancanza di opere infrastrutturali. (4-05085)