• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/18498 (4-18498)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-18498presentato daD'UVA Francescotesto diMercoledì 15 novembre 2017, seduta n. 886

   D'UVA, LOMBARDI, DADONE, SARTI e DI BATTISTA. — Al Ministro dell'interno, al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:

   nella Seduta n. 1 di mercoledì 18 maggio 2016 della commissione parlamentare d'inchiesta le meno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, anche straniere, il questore pro tempore di Latina, dottor Giuseppe De Matteis, suggerendo un ordine di priorità nell'attività di contrasto alla criminalità nel territorio di sua competenza, ha dichiarato «La terza delle priorità è, secondo me, l'area nord, di cui obiettivamente si sa poco per una serie di motivi. Tenete presente che l'area nord vanta il quarto centro del Lazio per popolazione, la città di Aprilia, città che ha avuto una sovraesposizione demografica davvero importante, e conseguentemente ha dovuto anche supportare logisticamente quest'espansione demografica. Quest'area di Aprilia e Cisterna è stata interessata, quindi, da una forte speculazione edilizia, da un forte investimento di capitali di provenienza soprattutto illecita nel settore edilizio, con tutto quello che ne consegue, come cambi di destinazione d'uso, piani regolatori generali approvati in un certo modo e così via. Insiste in quest'area nord una serie di organizzazioni criminali riferibili essenzialmente alla ’ndrangheta. Anche in questo caso si parla di ’ndrangheta di serie A.»;

   la presenza di organizzazioni criminali nella città di Aprilia sembra confermata da numerosi inquietanti episodi accaduti nella città laziale negli ultimi anni;

   il 16 settembre 2011 è stata verosimilmente data alle fiamme la vettura del direttore generale della Multiservizi di Aprilia, dottor Fabio Biolcati Rinaldi, nonché il garage del direttore del personale della stessa azienda, dottor Ilvo Silvi;

   il 20 dicembre del 2013 sono stati rinvenuti n. 10 proiettili calibro 9 x 19 mm innanzi all'abitazione dell'assessore alle finanze del comune di Aprilia, dottor Antonio Chiusolo, la cui autovettura era stata fatta oggetto, già il 26 agosto dello stesso anno, insieme a quella del coordinatore provinciale di Libera, di incendio doloso;

   il 20 maggio 2016, alle ore 14, due uomini armati a bordo di uno scooter hanno esploso diversi colpi di pistola calibro 9 contro l'automobile del responsabile tecnologico del comune di Aprilia, dottor Corrado Costantino;

   oltre alle suddette gravi intimidazioni, nel pomeriggio del 31 ottobre 2017 ignoti hanno esploso diversi colpi di pistola contro il pregiudicato Luca Palli, dipendente della Multiservizi del comune di Aprilia, uccidendolo; dalle prime ricostruzioni degli eventi riportata nel quotidiano «Latina Oggi» pubblicato in data 1° novembre 2017, si tratterebbe «di un omicidio brutale, una vera e propria esecuzione con mano ferma»;

   a ciò si aggiunga l'inconsueta decisione da comune di Aprilia di affiggere nei muri della città delle epigrafi ufficiali per manifestare vicinanza alla famiglia del Palli, decisione mai assunta in precedenza, come rilevato dall'articolo pubblicato sul quotidiano «Il Messaggero» dell'8 novembre 2017, che ha destato incredulità e necessità di chiarimenti da parte delle istituzioni –:

   quali iniziative abbiano avviato o intendano avviare i Ministri interrogati per contrastare il radicamento delle organizzazioni criminali di tipo mafioso presenti nel territorio del comune di Aprilia;

   se i Ministri interrogati non ritengano opportuno assumere le iniziative di competenza per potenziare gli organici, le capacità e gli strumenti degli inquirenti e delle forze dell'ordine nella città di Aprilia.
(4-18498)