• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04653/004    premesso che:     l'approvazione del distacco di uno dei comuni bellunesi dalla regione Veneto verso una regione a statuto speciale quale il Friuli Venezia Giulia, può...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04653/004presentato daDE MENECH Rogertesto diMercoledì 22 novembre 2017, seduta n. 890

   La Camera,
   premesso che:
    l'approvazione del distacco di uno dei comuni bellunesi dalla regione Veneto verso una regione a statuto speciale quale il Friuli Venezia Giulia, può generare nel breve e soprattutto nel medio termine sulla stessa provincia di Belluno e sui territori veneti con essa confinanti un quadro di tensioni che a cascata sarà sempre più difficile riportare ad uno stadio di sereno equilibrio;
    tra il 2005 e il 2014, in provincia di Belluno si sono svolti ben 18 Referendum per il passaggio di comuni ad altra regione, 8 dei quali approvati a maggioranza dai cittadini: Lamon, Sovramonte, Taibon Agordino e Voltago Agordino hanno espresso la volontà di essere aggregati alla provincia autonoma di Trento; Cortina d'Ampezzo, Livinallongo del Col di Lana e Colle Santa Lucia alla provincia autonoma di Bolzano; Sappada alla regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia;
    se questo processo di separazione dal Veneto iniziasse, attivato con le procedure di cui all'articolo 132 della Costituzione, è facile prevedere che una palla di neve diventerà ben presto una valanga;
    la provincia montana di confine di Belluno, così riconosciuta dalla legge Delrio n. 56 del 2014, è interessata, se supportata dalle connesse risorse finanziarie, a sviluppare le potenzialità che le derivano dalle funzioni aggiuntive attribuite, in particolare per quanto riguarda la cura dello sviluppo strategico del territorio e la gestione di servizi in base alla specificità del territorio medesimo;
    dal 2010 è stato istituito un fondo speciale (Fondo Comuni Confinanti) che ha consentito di attivare positivamente politiche di riequilibrio e solidarietà fra le comunità dei comuni confinanti e contigui con le province autonome di Trento e Bolzano. Tale fondo ha sviluppato importanti progetti che hanno interessato oltre i 48 comuni confinanti anche 86 comuni ad essi contigui, ricompresi nelle province di Sondrio e Brescia per la Regione Lombardia, Verona, Vicenza e Belluno per la Regione del Veneto. Il territorio di riferimento è prevalentemente montano,

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di istituire un fondo speciale e stabile per i comuni della provincia di Belluno, che non sono attualmente interessati dal fondo comuni di confine.
9/4653/4. De Menech.