• Testo DDL 2978

link alla fonte  |  scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.2978 Ratifica ed esecuzione dei seguenti trattati: a) Accordo tra la Repubblica italiana e l'Organizzazione internazionale di diritto per lo sviluppo (IDLO) relativo alla sede dell'organizzazione, fatto a Roma il 14 giugno 2017; b) Scambio di lettere tra Repubblica italiana e ICCROM aggiuntivo all'Accordo di Parigi del 27 aprile 1957 e allo Scambio di note del 7 gennaio 1963 sull'istituzione e lo status giuridico del Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali, fatto a Roma il 17 marzo 2017; c) Scambio di note tra il Governo della Repubblica italiana e la Multinational Force and Observers (MFO) emendativo dell'Accordo di sede del 12 giugno 1982, fatto a Roma il 7 e 8 giugno 2017; d) Carta istitutiva del Forum internazionale dell'energia (IEF), con Allegato, fatta a Riad il 22 febbraio 2011; e) Memorandum d'intesa tra la Repubblica italiana e il Consiglio d'Europa circa l'Ufficio del Consiglio d'Europa a Venezia e il suo status giuridico, fatto a Strasburgo il 14 giugno 2017


Senato della RepubblicaXVII LEGISLATURA
N. 2978
DISEGNO DI LEGGE
presentato dal Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale (ALFANO)
di concerto con il Ministro dell'interno (MINNITI)
con il Ministro della giustizia (ORLANDO)
con il Ministro della difesa (PINOTTI)
con il Ministro dell'economia e delle finanze (PADOAN)
con il Ministro dello sviluppo economico (CALENDA)
e con il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo (FRANCESCHINI)

(V. Stampato Camera n. 4609)

approvato dalla Camera dei deputati il 22 novembre 2017

Trasmesso dal Presidente della Camera dei deputati alla Presidenza
il 23 novembre 2017

Ratifica ed esecuzione dei seguenti trattati: a) Accordo tra la Repubblica italiana e l'Organizzazione internazionale di diritto per lo sviluppo (IDLO) relativo alla sede dell'organizzazione, fatto a Roma il 14 giugno 2017; b) Scambio di lettere tra Repubblica italiana e ICCROM aggiuntivo all'Accordo di Parigi del 27 aprile 1957 e allo Scambio di note del 7 gennaio 1963 sull'istituzione e lo status giuridico del Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali, fatto a Roma il 17 marzo 2017; c) Scambio di note tra il Governo della Repubblica italiana e la Multinational Force and Observers (MFO) emendativo dell'Accordo di sede del 12 giugno 1982, fatto a Roma il 7 e 8 giugno 2017; d) Carta istitutiva del Forum internazionale dell'energia (IEF), con Allegato, fatta a Riad il 22 febbraio 2011; e) Memorandum d'intesa tra la Repubblica italiana e il Consiglio d'Europa circa l'Ufficio del Consiglio d'Europa a Venezia e il suo status giuridico, fatto a Strasburgo il 14 giugno 2017

DISEGNO DI LEGGE

Art. 1.

(Autorizzazione alla ratifica)

1. Il Presidente della Repubblica è autorizzato a ratificare i seguenti accordi:

a) Accordo tra la Repubblica italiana e l'Organizzazione internazionale di diritto per lo sviluppo (IDLO) relativo alla sede dell'organizzazione, fatto a Roma il 14 giugno 2017;

b) Scambio di lettere tra Repubblica italiana e ICCROM aggiuntivo all'Accordo di Parigi del 27 aprile 1957 e allo Scambio di note del 7 gennaio 1963 sull'istituzione e lo status giuridico del Centro internazionale di studi per la conservazione ed il restauro dei beni culturali, fatto a Roma il 17 marzo 2017;

c) Scambio di note tra il Governo della Repubblica italiana e la Multinational Force and Observers (MFO) emendativo dell'Accordo di sede del 12 giugno 1982, fatto a Roma il 7 e 8 giugno 2017;

d) Carta istitutiva del Forum internazionale dell'energia (IEF), con Allegato, fatta a Riad il 22 febbraio 2011;

e) Memorandum d'intesa tra la Repubblica italiana e il Consiglio d'Europa circa l'Ufficio del Consiglio d'Europa a Venezia e il suo status giuridico, fatto a Strasburgo il 14 giugno 2017.

Art. 2.

(Ordine di esecuzione)

1. Piena ed intera esecuzione è data agli Accordi di cui all'articolo 1 a decorrere dalla data della loro entrata in vigore, in conformità a quanto disposto, rispettivamente, dall'articolo XVIII dell'Accordo di cui all'articolo 1, comma 1, lettera a), dallo Scambio di lettere di cui all'articolo 1, comma 1, lettera b), dallo Scambio di note di cui all'articolo 1, comma 1, lettera c), dalla sezione XVI della Carta di cui all'articolo 1, comma 1, lettera d), e dal paragrafo 27 del Memorandum d'intesa di cui all'articolo 1, comma 1, lettera e).

Art. 3.

(Copertura finanziaria)

1. Per l'Accordo di cui all'articolo 1, comma 1, lettera a), è valutato un onere di 242.032 euro annui a decorrere dall'anno 2018.

2. Per lo Scambio di lettere di cui all'articolo 1, comma 1, lettera b), è autorizzata la spesa di un milione di euro per l'anno 2018 e valutato un onere di 500.000 euro annui a decorrere dall'anno 2018.

3. Per lo Scambio di note di cui all'articolo 1, comma 1, lettera c), è valutato un onere di 42.000 euro annui a decorrere dall'anno 2018.

4. Per la Carta di cui all'articolo 1, comma 1, lettera d), è valutato un onere di 100.000 euro per l'anno 2017 e di 151.920 euro annui a decorrere dall'anno 2018.

5. Per il Memorandum d'intesa di cui all'articolo 1, comma 1, lettera e), è valutato un onere di 40.000 euro annui a decorrere dall'anno 2018.

6. Agli oneri derivanti dal presente articolo, valutati complessivamente in 100.000 euro per l'anno 2017 e in 975.952 euro annui a decorrere dall'anno 2018 e pari a un milione di euro per l'anno 2018, si provvede mediante corrispondente riduzione dello stanziamento del fondo speciale di parte corrente iscritto, ai fini del bilancio triennale 2017-2019, nell'ambito del programma «Fondi di riserva e speciali» della missione «Fondi da ripartire» dello stato di previsione del Ministero dell'economia e delle finanze per l'anno 2017, allo scopo parzialmente utilizzando l'accantonamento relativo al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

7. Il Ministro dell'economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

Art. 4.

(Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

DDL-AAAA-01.png DDL-AAAA-02.png DDL-AAAA-03.png DDL-AAAA-04.png DDL-AAAA-05.png DDL-AAAA-06.png DDL-AAAA-07.png DDL-AAAA-08.png DDL-AAAA-09.png DDL-AAAA-10.png DDL-AAAA-11.png DDL-AAAA-12.png DDL-AAAA-13.png DDL-AAAA-14.png

Traduzione non ufficiale

DDL-AAAA-15.png DDL-AAAA-16.png DDL-AAAA-17.png DDL-AAAA-18.png DDL-AAAA-19.png DDL-AAAA-20.png DDL-AAAA-21.png DDL-AAAA-22.png DDL-AAAA-23.png DDL-AAAA-24.png DDL-AAAA-25.png DDL-AAAA-26.png DDL-AAAA-27.png DDL-AAAA-28.png DDL-AAAA-29.png DDL-AAAA-30.png DDL-AAAA-31.png DDL-AAAA-32.png DDL-AAAA-33.png DDL-AAAA-34.png DDL-AAAA-35.png DDL-AAAA-36.png DDL-AAAA-37.png DDL-AAAA-38.png DDL-AAAA-39.png DDL-AAAA-40.png DDL-AAAA-41.png DDL-AAAA-42.png DDL-AAAA-43.png DDL-AAAA-44.png DDL-AAAA-45.png DDL-AAAA-46.png DDL-AAAA-47.png DDL-AAAA-48.png DDL-AAAA-49.png DDL-AAAA-50.png
DDL-AAAA-51.png DDL-AAAA-52.png DDL-AAAA-53.png DDL-AAAA-54.png DDL-AAAA-55.png DDL-AAAA-56.png DDL-AAAA-57.png DDL-AAAA-58.png DDL-AAAA-59.png DDL-AAAA-60.png DDL-AAAA-61.png DDL-AAAA-62.png DDL-AAAA-63.png DDL-AAAA-64.png DDL-AAAA-65.png DDL-AAAA-66.png DDL-AAAA-67.png