• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04741/092    premesso che:     le modifiche apportate dall'articolo 6 del decreto-legge incidono sulla legge n. 145 del 2016 (concernente la partecipazione dell'Italia alle missioni...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04741/092presentato daVITO Eliotesto diGiovedì 30 novembre 2017, seduta n. 894

   La Camera,
   premesso che:
    le modifiche apportate dall'articolo 6 del decreto-legge incidono sulla legge n. 145 del 2016 (concernente la partecipazione dell'Italia alle missioni internazionali);
    in particolare l'articolo 6, comma 1, lettera a), numero 3), del decreto-legge introduce all'articolo 2 della legge n. 145 un nuovo comma 4-bis, in base al quale, fino all'emanazione dei decreti del Presidente del Consiglio dei ministri che ripartiscono tra le varie missioni internazionali le risorse dell'apposito fondo, per assicurare l'avvio delle stesse missioni, il Ministro dell'economia e delle finanze, su richiesta delle amministrazioni interessate, dispone – «entro dieci giorni dalla data di presentazione delle deliberazioni o delle relazioni annuali alle Camere» – l'anticipazione di una somma non superiore al 75 per cento delle somme iscritte sul fondo, tenuto conto delle spese quantificate nelle relazioni tecniche;
    al fine di meglio rispettare il principio cardine sotteso alla legge n. 145 del 2016 (che ha esplicitamente previsto l'autorizzazione delle missioni da parte delle Camere), nonché di assicurare maggiore coerenza con la novella operata alla legge n. 145 dalla successiva lettera c), numero 2) del medesimo articolo 6 del decreto-legge (che, con riguardo alla prosecuzione delle missioni internazionali per l'anno successivo, fa decorrere il termine dalla data delle deliberazioni delle Camere), è tuttavia indispensabile far decorrere i dieci giorni dalla data di autorizzazione delle missioni da parte del Parlamento,

impegna il Governo

a valutare gli effetti applicativi della disposizione richiamata in premessa, e ad adottare ogni opportuna iniziativa normativa, a partire dalla legge di bilancio, volta a prevedere una modifica del nuovo comma 4-bis inserito nell'articolo 2 della legge n. 145 del 2016, prevedendo, per l'anticipazione di una somma non superiore al 75 per cento delle somme iscritte sul fondo, di far decorrere i dieci giorni dalla data di autorizzazione delle missioni da parte del Parlamento.
9/4741/92. Vito.