• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA ORALE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.3/01056 SCIBONA, FUCKSIA, LEZZI, LUCIDI, MONTEVECCHI, VACCIANO, CAPPELLETTI, FATTORI, SANTANGELO, BLUNDO, MANGILI, SERRA, PAGLINI, BOTTICI, DONNO, CASTALDI - Al Ministro delle infrastrutture e dei...



Atto Senato

Interrogazione a risposta orale 3-01056 presentata da MARCO SCIBONA
martedì 24 giugno 2014, seduta n.268

SCIBONA, FUCKSIA, LEZZI, LUCIDI, MONTEVECCHI, VACCIANO, CAPPELLETTI, FATTORI, SANTANGELO, BLUNDO, MANGILI, SERRA, PAGLINI, BOTTICI, DONNO, CASTALDI - Al Ministro delle infrastrutture e dei trasporti - Premesso che:

la linea ferroviaria ad alta velocità e alta capacità Torino-Milano, completata nel dicembre 2009, secondo la documentazione relativa al progetto, sarebbe stata realizzata per un traffico promiscuo, e a tal ragione sono state completate due interconnessioni con le linee storiche (Santhià e Novara ovest) e ne sarebbe prevista una terza come da nota stampa di Ferrovie dello Stato del 5 dicembre 2009;

proprio per queste caratteristiche, oltre che per il percorso prescelto, il costo al chilometro della linea è risultato di circa 4 volte il costo necessario per un'analoga opera in territorio francese;

Rete Ferroviaria Italiana sta portando avanti un piano di ammodernamento ed adeguamento delle linee convenzionali e storiche, compreso l'adeguamento al sistema di comando e controllo della circolazione (SCC) e di sagoma della linea Torino-Padova;

considerato che:

ad oggi, non è stato previsto l'utilizzo della rete alta velocità (AV) italiana, ed in particolare del tratto Torino-Milano, da alcun tipo di convoglio ad esclusione dei treni AV Trenitalia "Frecciarossa" e AV NTV "Italo" e non risultano in programma ulteriori utilizzi;

sul sito internet di Italferr, nella sezione dedicata all'AV Torino-Milano si afferma che le interconnessioni richiamate saranno "più funzionali all'instradamento dei treni passeggeri sulla linea storica e dei treni merci su altri itinerari",

si chiede di sapere:

se al Ministro in indirizzo risulti che la linea alta velocità Torino-Milano sia stata progettata effettivamente per il solo servizio viaggiatori ad alta velocità, oppure se fossero previsti altri utilizzi e per quale ragione;

inoltre se fosse considerato il passaggio di convogli merci, alla luce del fatto che quest'ultimo non viene effettuato;

per quale ragione si siano costruite le interconnessioni e se mai verranno usate per il servizio programmato ovvero per l'uso promiscuo della linea;

quali siano i motivi per cui sia stata bandita una procedura di gara per adeguamento, finalizzato al trasporto merci, della linea storica Torino-Milano-Padova invece di sfruttare la linea alta velocità, attualmente sottoutilizzata, per aumentare complessivamente il trasporto su ferro delle merci e l'offerta di servizio viaggiatori.

(3-01056)