• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4/18904 (4-18904)



Atto Camera

Interrogazione a risposta scritta 4-18904presentato daMOGNATO Micheletesto diGiovedì 21 dicembre 2017, seduta n. 902

   MOGNATO, MURER e ZOGGIA. — Al Ministro della giustizia. — Per sapere – premesso che:

   l'11 dicembre 2017 si è tenuta una giornata di protesta organizzata dall'osservatorio carceri dell'Unione delle camere penali italiane per segnalare la drammatica situazione nelle carceri italiane;

   in particolare, per quanto riguarda la situazione degli istituti di pena veneziani, presso la casa circondariale maschile di Santa Maria Maggiore sono presenti 230 detenuti (114 in attesa di giudizio, 116 in esecuzione pena) a fronte di una capienza massima di 163 unità, mentre presso la struttura femminile della Giudecca, pur in presenza di numeri più contenuti (78 detenute su una capienza di 115 unità), si segnala un numero molto elevato di detenute straniere (l'80 per cento);

   a tale situazione di sovraffollamento corrisponde, invece, il sottodimensionamento degli organici di polizia giudiziaria assegnati ad entrambe le strutture, ampiamente al di sotto dei contingenti previsti dalla normativa, con il rischio di esporre gli agenti a condizioni di stress psicofisico da lavoro e di non tutelarne adeguatamente le condizioni lavorative degli addetti alla sorveglianza;

   va segnalata la carenza di personale amministrativo e di magistrati in servizio presso il tribunale di sorveglianza del capoluogo lagunare, tanto che rispetto alle tre unità previste risultano in servizio solo un magistrato effettivo ed un magistrato applicato sino al prossimo mese di aprile dall'ufficio di sorveglianza di Padova; in tal modo si è lasciato sguarnito anche quel territorio;

   a fronte della crescita delle misure alternative alla detenzione e alla messa in prova è rimasto invariato il numero – già insufficiente – di specialisti di servizio sociale presso gli uffici esecuzione penale esterna (Uepe), nonostante quanto previsto dalla legge n. 67 del 2014 –:

   quali iniziative il Ministro intenda intraprendere – nell'ambito delle proprie competenze – per risolvere il sovraffollamento degli istituti di pena della città di Venezia, nonché assicurare alle strutture direttamente coinvolte nella gestione del percorso detentivo (polizia penitenziaria, tribunale di sorveglianza, Uepe) il congruo adeguamento e potenziamento del personale assegnato.
(4-18904)