• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/08560 PETRAGLIA - Al Ministro della salute - Premesso che secondo quanto risulta agli interroganti: Gualtiero (Walter) Ricciardi è dal 2015 presidente dell'Istituto superiore di sanità, dopo...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08560 presentata da ALESSIA PETRAGLIA
martedì 19 dicembre 2017, seduta n.918

PETRAGLIA - Al Ministro della salute - Premesso che secondo quanto risulta agli interroganti:

Gualtiero (Walter) Ricciardi è dal 2015 presidente dell'Istituto superiore di sanità, dopo esser stato per circa 12 mesi commissario straordinario dell'istituto medesimo;

l'ISS è un organo tecnico-scientifico del Servizio sanitario nazionale sottoposto alla vigilanza del Ministero della salute;

l'ISS ha svolto un ruolo importante nella predisposizione del piano nazionale prevenzione vaccinale 2017-2019, di recente approvazione, in particolare all'interno del gruppo di lavoro interistituzionale "Strategie vaccinali";

esso tra l'altro risulterebbe l'unico organo tecnico-scientifico che si è pronunciato in data 4 luglio 2017 rispetto all'emendamento 1.1000 della relatrice dell'AS 2856 (disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 73 del 2017) sulla modifica dell'articolo 1, comma 1, in merito all'obbligatorietà dei vaccini e all'accesso a scuola; la lettera dell'ISS (prot. n. 0019456) si limita peraltro ad affermare la piena rispondenza dell'emendamento rispetto alle problematiche del Paese, senza riportare alcun dato o valutazione tecnico-scientifica, rinviando a quanto rappresentato dall'ISS stesso "negli ultimi tre anni", nonostante il dibattito sulla non coerenza di alcuni dati riportati nella relazione illustrativa del disegno di legge rispetto ai dati pubblicati dallo stesso ISS;

l'emendamento 1.1000 della relatrice non è stato valutato dagli altri organismi facenti parte del gruppo di lavoro interistituzionale citato;

il professor Gualtiero Ricciardi, in qualità di presidente dell'ISS, ha quindi svolto un ruolo fondamentale, anche in occasione di convegni, interviste, audizioni in Parlamento, nel sostenere le scelte del Governo in merito all'obbligatorietà dei vaccini e, in ultimo, in merito alla necessità di prevedere l'obbligatorietà della vaccinazione esavalente insieme alla tetravalente;

considerato che:

da un articolo dal titolo "Vaccini, la legge scritta dall'esperto delle aziende", pubblicato in data 7 dicembre 2017, su "il Fatto Quotidiano", emergerebbe, citando fonti comunitarie, che l'attuale presidente dell'Istituto superiore di sanità avrebbe stilato gli HTA (health technology assessment), cioè la valutazione dell'impatto sulla salute, di una serie di vaccini per svariate case farmaceutiche produttrici di vaccini;

le case farmaceutiche per le quali il presidente Ricciardi avrebbe fatto da consulente sono: Novartis per il vaccino MenB (2012); Menarini per il vaccino Nebivolo (2012); Menarini per il vaccino Remimazolan (2012); IBSA per il vaccino Fostimon (2012); GlaxoSmithKline per il vaccino Belimumab (2011); Pfizer per il vaccino Enbrell (2011); Pfizer per il vaccino PCV13 (2011); Astellas Pharma per il vaccino Prevenar (2009); Novartis per il vaccino Lucentis (2009); Sano Pasteur per il vaccino Gardasil (2008); GlaxoSmithKline per il vaccino Syn orix (2008); GlaxoSmithKline per il vaccino Lapatinib (2008); GlaxoSmithKline per il vaccino HPV (2007);

oltre a queste consulenze, il presidente Ricciardi avrebbe ricoperto ulteriori incarichi che, sempre da quanto riportato dal quotidiano, sarebbero finanziati da alcune case farmaceutiche, come GlaxoSmithKline, AbbVie e Novartis;

nel medesimo articolo, "il Fatto Quotidiano" riporta la seguente dichiarazione del settembre del 2017, in merito alla nuova normativa sulle vaccinazioni obbligatorie, che il presidente Ricciardi avrebbe affermato ad una festa del PD di Firenze: «Ho fatto presente alla ministra Lorenzin la situazione preoccupante in cui ci trovavamo, lei è stata molto reattiva e insieme abbiamo fatto la nuova legge»;

considerati inoltre i contenuti dell'atto di sindacato ispettivo a firma della senatrice Dirindin (3-03869, pubblicato l'11 luglio 2017, nella seduta n. 855) rispetto ai rapporti tra l'azienda farmaceutica, anch'essa leader mondiale nella produzione di vaccini, Merck Sharp & Dohme ed il ruolo del presidente Ricciardi;

valutato inoltre che se le informazioni riportate corrisponderebbero al vero si prefigurerebbe un rapporto di stretta collaborazione, nel recente passato, tra l'attuale presidente dell'ISS e molte case farmaceutiche produttrici dei vaccini più diffusi, tra cui alcuni previsti nel piano di vaccinazioni obbligatorie recentemente approvato,

si chiede di sapere:

se corrisponda al vero quanto riportato dall'articolo de "il Fatto Quotidiano";

se il presidente Ricciardi abbia omesso nei suoi curriculum vitae collegati al suo incarico di presidente dell'Iss la collaborazione pluriennale con svariate aziende farmaceutiche produttrici di vaccini;

se il Ministro in indirizzo non ritenga prefigurarsi una situazione di conflitto di interesse, o quanto meno di inopportunità, tra il ruolo svolto dal presidente Ricciardi nel processo legislativo del piano vaccinale di recente approvazione ed i suoi rapporti lavorativi con numerose aziende farmaceutiche produttrici di vaccini;

se per le ragioni esposte non ritenga necessario revocare l'incarico di presidente dell'ISS al dottor Ricciardi.

(4-08560)