• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN ASSEMBLEA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.9/04768-AR/1 ...    premesso che:     i commi da 49-bis a 49-quater del testo in esame dettano disposizioni sul funzionamento delle Agenzie fiscali prevedendo l'istituzione di nuove posizioni...



Atto Camera

Ordine del Giorno 9/04768-AR/137presentato daDI STEFANO Fabriziotesto diGiovedì 21 dicembre 2017, seduta n. 902

   La Camera,
   premesso che:
    i commi da 49-bis a 49-quater del testo in esame dettano disposizioni sul funzionamento delle Agenzie fiscali prevedendo l'istituzione di nuove posizioni organizzative di livello non dirigenziale e una nuova procedura concorsuale pubblica per l'accesso alla qualifica dirigenziale;
    il comma 49-bis attribuisce alla Agenzia delle entrate e alla Agenzia delle dogane e dei monopoli la facoltà, mediante i propri regolamenti di organizzazione, di: – istituire nuove posizioni organizzative per lo svolgimento di incarichi di alta responsabilità, professionalità o elevata specializzazione, compresa la responsabilità di uffici di livello non dirigenziale, nei limiti di spesa conseguente alla riduzione di posizioni dirigenziali; – disciplinare il conferimento delle posizioni a funzionari con almeno 5 anni di esperienza nella terza area tramite selezione interna; – attribuire determinati poteri ai titolari delle posizioni, tra cui l'adozione di atti e provvedimenti, inclusi quelli di spesa, purché rientranti nella competenza dei propri uffici non dirigenziali, nonché la responsabilità dell'attività amministrativa, della gestione e dei relativi risultati; – graduare i livelli di responsabilità delle posizioni, e i relativi emolumenti (retribuzione di posizione e di risultato). Inoltre, la disposizione autorizza i regolamenti di organizzazione a disciplinare l'accesso alla qualifica dirigenziale dei rispettivi ruoli mediante concorso per titoli ed esami;
    il comma 49-ter modifica, in primo luogo, l'articolo 23-quater del decreto-legge 95/2012, autorizzando sia l'Agenzia delle entrate che l'Agenzia delle dogane e dei monopoli a istituire da uno fino a un massimo di tre posti da vicedirettore (in luogo dei due posti, previsti dalla vigente normativa). Al contempo la modifica elimina per l'Agenzia delle dogane la destinazione dei vicedirettori ai compiti di indirizzo e coordinamento delle funzioni riconducibili all'area di attività dell'Amministrazione dei Monopoli di Stato. In secondo luogo, la medesima disposizione sopprime il secondo periodo dell'articolo 23-quinquies, comma 1, lettera a), numero 2), decreto-legge n. 95/2012, che autorizzava l'istituzione di posizioni organizzative di livello non dirigenziale in conseguenza della riduzione dell'organico dirigenziale previsto nell'ambito della spending review;
    il comma 49-quater proroga dal 30 giugno 2018 al 31 dicembre 2018 il termine entro il quale le Agenzie fiscali possono concludere nuovi concorsi per dirigenti, previsti dall'articolo 4-bis del decreto-legge n. 78/2015 (conv. L. 125/2015),

impegna il Governo

a valutare l'opportunità di adottare ogni opportuna iniziativa di competenza per prevedere, nell'ambito delle nomine per i tre posti da vicedirettore, che almeno uno rappresenti l'area dei giochi e dei tabacchi.
9/4768-AR/137. (Testo modificato nel corso della seduta) Fabrizio Di Stefano, Laffranco.