• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA SCRITTA

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.4/02443 ANITORI, DIRINDIN, DALLA ZUANNA, GRANAIOLA, ORELLANA, MASTRANGELI, CASALETTO, Maurizio ROMANI, SILVESTRO, PADUA - Al Ministro della salute - Premesso che: in un comunicato stampa del 20...



Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-02443 presentata da FABIOLA ANITORI
giovedì 3 luglio 2014, seduta n.274

ANITORI, DIRINDIN, DALLA ZUANNA, GRANAIOLA, ORELLANA, MASTRANGELI, CASALETTO, Maurizio ROMANI, SILVESTRO, PADUA - Al Ministro della salute - Premesso che:

in un comunicato stampa del 20 giugno 2014 il Comando Carabinieri per la tutela della salute NAS di Firenze sosteneva tra l'altro che: i Carabinieri del Comando tutela salute, su ordine della Procura della Repubblica di Siena, hanno eseguito perquisizioni tese a comprovare una truffa ai danni dello Stato nel campo farmaceutico in Varese presso la sede della Novartis Farma SpA ed in Siena presso la sede della Novartis Vaccines and Diagnostics Srl, per eseguire un decreto di perquisizione nell'ambito di attività investigativa coordinata dalla Procura di Siena; l'indagine ha fatto luce su un accrescimento artefatto dei costi di produzione di 2 vaccini acquistati in grandi quantità dal Ministero della salute: il vaccino "Focetria", contro il virus AH1N1 insorto nel 2009, ed il vaccino "Fluad", utilizzato contro le influenze stagionali, entrambi contenenti l'adiuvante MF59, componente essenziale dei vaccini. Per effetto del meccanismo triangolare della sovrafatturazione infragruppo delle spese per l'acquisto del principio attivo MF59, si contesta alla società di aver gonfiato il costo dell'adiuvante del 500 per cento (3.964 euro al litro invece di 660 euro al litro) ottenendo così un maggior indennizzo ai danni del Ministero della salute che, in sede di transazione, ha corrisposto oltre 2 milioni e 700.000 euro in più, relativamente al solo vaccino per l'AH1N1, a fronte di un esborso complessivo di quasi 20 milioni di euro a titolo transattivo. Peraltro, il danno per l'erario potrebbe essere di oltre 16 milioni di euro; da una verifica fiscale eseguita dall'Agenzia delle entrate nei confronti della società farmaceutica Novartis Vaccines and Diagnostic Srl, emergono evidenti profili d'illiceità fiscale afferenti un fenomeno di transfer pricing infragruppo, finalizzato all'accrescimento artefatto dei costi di produzione di vaccini adiuvati con MF59. Sui fatti emersi il NAS Carabinieri di Firenze dava avvio ad un'indagine più approfondita, provvedendo ad acquisire documenti presso il Ministero della salute dalla cui analisi emergevano importanti e significativi elementi di prova, con inequivocabili condotte decettive in danno del Ministero della salute idonee ad incidere sul prezzo del vaccino pandemico "Focetria" così come probabilmente alla determinazione AIFA (Agenzia italiana del farmaco) del prezzo del medicinale "Fluad";

è possibile che almeno parte del sovrapprezzo denunciato dagli inquirenti sia frutto di un accordo tra Governo e Novartis fatto all'indomani dello stop all'acquisto di milioni di dosi di vaccino già ordinate. All'epoca il Ministro della salute e l'azienda aprirono un tavolo per stabilire una sorta di indennizzo, di cui non si è saputo più nulla;

l'adiuvante MF59 è contenuto anche nei vaccini stagionali,

si chiede di sapere:

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti e quali siano i provvedimenti che ha già posto o intenda porre in essere;

quali azioni intenda intraprendere per garantire la corretta determinazione del prezzo dei vaccini;

quali iniziative intenda intraprendere per contrastare il fenomeno di transfer pricing infragruppo, finalizzato all'accrescimento artefatto dei costi di produzione di vaccini;

se sia a conoscenza di eventuali responsabilità che coinvolgono il Ministero della salute e quali azioni intenda adottare al fine di prevenire in futuro situazioni simili a danno delle finanze pubbliche.

(4-02443)