• C. 4722 EPUB Proposta di legge presentata il 31 ottobre 2017

link alla fonte  |  scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.4722 Modifiche all'articolo 1, comma 179, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, in materia di requisiti per l'accesso anticipato al trattamento pensionistico


Frontespizio Relazione Progetto di Legge
Testo senza riferimenti normativi
XVII LEGISLATURA
 

CAMERA DEI DEPUTATI


   N. 4722


PROPOSTA DI LEGGE
d'iniziativa del deputato MINARDO
Modifiche all'articolo 1, comma 179, della legge 11 dicembre 2016, n. 232, in materia di requisiti per l'accesso anticipato al trattamento pensionistico
Presentata il 31 ottobre 2017


      

torna su
Onorevoli Colleghi! — La presente proposta di legge intende modificare il regime per l'accesso anticipato alla pensione per alcune categorie di lavoratori, la cosiddetta APE (anticipo pensionistico) sociale. L'APE sociale costituisce un'importante novità nel regime pensionistico ed è destinata, come detto, ad alcune categorie di lavoratori: coloro che si trovano in stato di disoccupazione a seguito di cessazione del rapporto di lavoro per licenziamento anche collettivo, assistono persone conviventi con disabilità, hanno una riduzione della capacità lavorativa, ovvero svolgono un'attività lavorativa particolarmente rischiosa o difficoltosa. L'intervento normativo proposto riguarda la riduzione del periodo di anzianità contributiva richiesta per poter accedere a tale forma di pensionamento anticipato. Infatti quella prevista dalla legge n. 232 del 2016 risulta essere troppo elevata per categorie di lavoratori che vivono in una condizione di svantaggio. Una misura quindi equa e giusta che, pur incidendo sui conti pubblici, determina un'azione positiva per alcune categorie di lavoratori che si trovano in una condizione difficile e che vanno tutelati e salvaguardati. Lo Stato quindi ha il dovere di intervenire per proteggere questa fascia di lavoratori che vivono in condizioni precarie e che hanno contribuito con il loro lavoro alla crescita del Paese.
      Un giusto riconoscimento e una misura equa per quanti vivono in condizioni di disagio e che non possono, secondo le regole attuali, usufruire del trattamento pensionistico.
torna su
PROPOSTA DI LEGGE
Art. 1.

      1. Al comma 179 dell'articolo 1 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, sono apportate le seguenti modificazioni:

          a) alla lettera a), le parole: «di almeno 30 anni» sono sostituite dalle seguenti: «di almeno 25 anni»;

          b) alla lettera b), le parole: «di almeno 30 anni» sono sostituite dalle seguenti: «di almeno 25 anni»;

          c) alla lettera c), le parole: «di almeno 30 anni» sono sostituite dalle seguenti: «di almeno 25 anni»;

          d) alla lettera d), le parole: «di almeno 36 anni» sono sostituite dalle seguenti: «di almeno 31 anni».