• Testo INTERROGAZIONE A RISPOSTA IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
C.5/03671 in occasione del vertice UE/Canada nell'ottobre 2008 venne stabilito di avviare trattative volte a concludere un ampio accordo economico e commerciale con il Canada; le trattative sono...



Atto Camera

Interrogazione a risposta immediata in commissione 5-03671presentato daBUENO Renatatesto diMercoledì 1 ottobre 2014, seduta n. 300

BUENO e PLANGGER. — Al Ministro degli affari esteri. — Per sapere – premesso che:
in occasione del vertice UE/Canada nell'ottobre 2008 venne stabilito di avviare trattative volte a concludere un ampio accordo economico e commerciale con il Canada;
le trattative sono state aperte il 10 giugno 2009 e il 18 ottobre 2013 il Presidente della Commissione europea e il Primo Ministro canadese hanno firmato un accordo in linea di principio, lasciando poi ai funzionari il compito di elaborare i dettagli finali, che però ad oggi ancora non sono stati definiti e l'accordo dovrà poi essere ratificato anche da tutti gli Stati membri per entrare in vigore, dopo aver ottenuto il via libera del Parlamento europeo e del Consiglio europeo;
la base normativa per le trattative e la conclusione di trattati commerciali con Stati terzi è costituita, rispettivamente, dagli articoli 207 e 216 del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE);
posto che l'Unione europea ha competenza esclusiva per la politica commerciale, non è chiaro se il «Comprehensive economic and trade agreement» sia un accordo commerciale misto oppure di esclusiva competenza dell'Unione europea, dal momento che si parla di accordo misto quando il testo riguarda sia competenze esclusive dell'Unione europea sia competenze esclusive degli Stati membri e di conseguenza necessiterebbe anche dell'approvazione degli Stati membri;
il servizio giuridico del Consiglio, in un parere, ha considerato il «Comprehensive economic and trade agreement» un accordo misto –:
chiarita la natura giuridica dell'accordo, se possa considerare la possibilità di chiedere alla Corte di giustizia dell'Unione europea un parere riguardo alla compatibilità del previsto accordo con i Trattati fondamentali dell'Unione europea. (5-03671)