• Testo ODG - ORDINE DEL GIORNO IN COMMISSIONE

link alla fonte scarica il documento in PDF

Atto a cui si riferisce:
S.0/01637/029/ ... esaminando: il disegno di legge di conversione del decreto-legge 22 agosto 2014, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia di contrasto a fenomeni di illegalità e violenza in occasione...



Atto Senato

Ordine del Giorno 0/1637/29/0102 presentato da STEFANO CANDIANI
martedì 14 ottobre 2014, seduta n. 017

Il Senato,
esaminando:
il disegno di legge di conversione del decreto-legge 22 agosto 2014, n. 119, recante disposizioni urgenti in materia di contrasto a fenomeni di illegalità e violenza in occasione di manifestazioni sportive, di riconoscimento della protezione internazionale, nonché per assicurare la funzionalità del Ministero dell'interno;
rilevata:
la presenza all'interno del decreto-legge 22 agosto 2014, n. 119 di norme esplicitamente volte ad assicurare il più efficace funzionamento del Ministero dell'interno;
percepita:
la situazione di grave disagio in cui si trova ad operare il personale del comparto Difesa e Sicurezza, soggetto dal 2010 a blocco degli avanzamenti stipendiali persino in presenza di avanzamenti di carriera, oltre che alla sospensione delle procedure di concertazione e contrattazione;
ritenendo:
che la specificità del comparto Difesa e Sicurezza meriti di essere adeguatamente tutelata, specialmente in un periodo come quello presente, caratterizzato dall'esistenza di importanti minacce, ultima in ordine di tempo quella rappresentata dai simpatizzanti del sedicente Califfato Islamico sorto a cavallo tra Iraq e Siria;
osservate:
altresì le proteste del personale appartenente al comparto, alle quali sembrano aver fatto seguito importanti aperture politiche:
impegna il Governo:
a sfruttare la prima occasione utile, in particolare l'imminente sessione di bilancio, per abrogare le norme che dispongono il blocco stipendiale e delle attività di concertazione e contrattazione nel delicato comparto Difesa e Sicurezza.
(0/1637/29/0102)
CANDIANI, CALDEROLI, BISINELLA, BELLOT, ARRIGONI, VOLPI, TOSATO, STUCCHI, STEFANI, MUNERATO, DIVINA, CROSIO, CONSIGLIO, COMAROLI, CENTINAIO